Certificati online, occhi puntati sul collaudo del sistema

E-GOV

Accordo FnomCeo e ministeri della PA e della Salute: la federazione dei medici parteciperà all'avvio della nuova procedura che scatterà il 1° luglio

di Federica Meta
Un altro piccolo passo verso i certificati di malattia online. Lo scorso 23 marzo si è tenuto a Palazzo Vidoni il secondo incontro tra la FnomCeo (Federazione nazionale degli ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri), ministero della Salute e della PA e Innovazione su questo tema.

Gli esperti di Brunetta hanno assicurato alla federazione la possibilità di partecipare alla procedure di collaudo del sistema nel mese successivo ai previsti tre di sperimentazione, durante i quali rimarrà attivo il canale cartaceo (i certificati online saranno obbligatori dal prossimo luglio ndr).

È stato inoltre condiviso l’obiettivo comune secondo cui la certificazione deve scaturire da una valutazione clinica conseguente a visita medica. In questo senso i ministeri hanno dato ha dato la “piena disponibilità a intervenire, con i necessari strumenti normativi sui possibili fraintendimenti generati - in tale fattispecie di certificazione - dall’espressione ‘dati clinici non direttamente constatati né oggettivamente documentati’ si legge nel comunicato diffuso da Palazzo Vidoni.
Si è poi discusso sulla questione relativa alla certificazione online da parte di medici sostituti non convenzionati i quali - stando a quanto deciso -saranno anc'essi dotati di un Pin ad hoc per le certifcazioni.
Il prossimo 13 aprile è previsto un ulteriore incontro per prendere le decisioni operative su quanto convenuto lo scorso 23 marzo.

26 Marzo 2010