L'Open source "pubblico" sbarca sul Web

PROGETTI

Online flossitaly.it, il portale del competence centre nato dall'intesa tra ministero della PA e Engineering per lo sviluppo di soluzioni "aperte" per le amministrazioni

di Federica Meta
L’open source “pubblico” sbarca sul Web. Da oggi è online da oggi www.flossitaly.it, il portale del centro di competenza italiano per l’Open Source, nato sotto l’egida del ministero per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione e sostenuto da Engineering e le Università di Bolzano, Insubria e del Sannio.

Il portale opererà come punto di contatto tra le richieste e le offerte di servizi open source destinati alla PA. Il centro, frutto dell’intesa firmata da Palazzo Vidoni con Engineering, è un consorzio no-profit no-loss co-finaziato dalla Commissione europea, che si pone l’obiettivo di favorire lo sviluppo e l'adozione dell'open source nelle piattaforme e nei servizi pubblici.

“La fiducia nell'adozione per l’Open Source su larga scala non può essere solamente dichiarata ma deve essere anche dimostrata e provata – ricorda Matteo Melideo, Project manager Engineering e coordinatore del centro di competenza – Questa dichiarazione del progetto QualiPSo é quanto intendiamo concretamente rendere evidente nel nostro Paese”.
Il Centro di Competenze Italiano sull'Open Source è infatti parte della rete internazionale dei centri di competenza del progetto QualiPSo distribuiti in Brasile, Europa, Cina e Giappone.

22 Aprile 2010