A quota 3 milioni le "faccine" di Brunetta

"METTIAMOCI LA FACCIA"

Sono 350 le sedi e 1.300 gli sportelli pubblici in campo per l'iniziativa Mettiamoci la faccia. Ma è ancora lontano l'obiettivo dei 100mila-300mila sportelli

di Federica Meta
Quasi tre milioni di giudizi raccolti, 350 sedi, 1.300 sportelli pubblici dotati di emoticon per valutare la qualità del servizio erogato dalle PA e 170 enti pubblici coinvolti nel progetto. Sono i numeri dell'iniziativa “Mettiamoci la faccia” presentati dal ministro della Pubblica amministrazione e l'Innovazione, Renato Brunetta, in occasione della seconda convention dedicata al sistema per misurare la soddisfazione del cliente-cittadino, lanciato 15 mesi fa.

“Sono risultati positivi - ha sottolineato il ministro -. Nei processi innovativi della PA, uno dei punti centrali è proprio la soddisfazione dei clienti. E costruire la rete relazionale consente di sapere se l’amministrazione funziona''. Il sistema ''sta decollando'' - ha aggiunto - anche se ''siamo ancora un po' lontani dall'obiettivo che, considerando il numero degli enti pubblici, tra i 20 e i 30mila, potrebbe essere quello di avere 100mila-300mila sportelli fisici dotati di emoticon". 

Intanto, però, ''l'onda culturale è partita, la rivoluzione è in corso'', ha assicurato il ministro. E i giudizi espressi risultano prevalentemente positivi (l'81% in media). Tra i motivi di insoddisfazione, soprattutto i tempi di attesa.

"Nel settore pubblico stiamo cercando di costruire una rete di valutazione-reputazione dando voce ai cittadini e un segnale molto forte ai fornitori di servizi - ha ricordato Brunetta -. Il mio sogno è che quello che avviene gia' per alberghi, ristoranti, eccetera, nel mondo dei servizi con mercato e che si misurano anche con i giudizi dei clienti espressi sul Web, possa avvenire anche per le pubbliche amministrazioni. Di qui la nostra azione di stimolo nei confronti di enti come province e comuni affinché si dotino degli emoticon".

Nel corso della convention, il ministro ha sottoscritto nuovi protocolli di adesione con i comuni di Bagnara di Romagna (Ravenna), Fiorenzuola (Firenze), Margherita di Savoia (Barletta-Andria-Trani), Sabaudia (Latina) e Bianzano (Bergamo).

22 Giugno 2010