Gli emoticon di Brunetta conquistano i cittadini

REPORT

Sono oltre 25mila i cittadini che dal 23 marzo ad oggi hanno partecipato alla sperimentazione del progetto “Mettiamoci la faccia”, la rilevazione della customer satisfaction tramite emoticon, avviata per i servizi erogati da Aci, Enpals, Inps, Ipost e Comune di Milano.

Per i servizi erogati dall’Aci via Web il 40% degli utenti ha espresso il suo giudizio in merito al servizio ricevuto. Negli sportelli Inps, invece, la partecipazione si è diversificata secondo le diverse sedi: il 50 % a Catanzaro, il 26% a Lamezia Terme e l’11% ad Aosta. Al Comune di Milano, la partecipazione ha superato il 70% degli utenti totali. Per i servizi erogati dall’Ipost via telefono la partecipazione degli utenti è stata del 41%, livello decisamente significativo per questo canale anche in relazione a benchmark di altri paesi. Nettamente prevalente in tutti i casi rilevati è il giudizio positivo sul servizio erogato, che oscilla tra il 60% ed il 96%.

 

Tra i motivi di insoddisfazione indicati dai clienti che hanno dato un giudizio negativo, quello prevalente è il tempo di attesa, mentre non è stato rilevato alcun motivo di insoddisfazione per gli utenti dei servizi erogati dagli sportelli della sede Enpals di Milano.

Entro la prima settimana di maggio avvieranno la sperimentazione del progetto emoticon anche le Camere di Commercio di Bologna, Taranto e Vicenza, l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Lombardia e Emilia Romagna, la sede Enpals di Roma, le sedi Inps di Roma tiburtino e Cagliari, la sede Ipost di Roma e il Comune di Parma.

16 Aprile 2009