E-procurement, la Provincia di Milano si mette in rete

ENTI LOCALI

L'obiettivo è l'offerta a Comuni e imprese del territorio di una serie di servizi e opportunità di sviluppo e risparmio attraverso la promozione del sistema di approvvigionamento elettronico

di Enzo Lima
La Provincia di Milano si converte all'e-procurement. E lo fa in collaborazione con la Centrale Regionale Acquisti, Lombardia Informatica Spa e con la partecipazione dei Sindaci del territorio.

L'iniziativa ha l'obiettivo di mettere a disposizione di Comuni e imprese del territorio una serie di servizi, iniziative e nuove opportunità di sviluppo, sinergia, risparmio attraverso la promozione del sistema di approvvigionamento elettronico (e-procurement) e il coinvolgimento, con la successiva ''messa in rete'' dei Comuni del Milanese.

"La Provincia di Milano sta razionalizzando la spesa per acquisti di beni e servizi - spiega il presidente Guido Podestà -. La tecnologia consente di rendere più trasparente, efficiente la procedura d'acquisto: rivolgendosi alla Centrale Regionale Acquisti siamo riusciti, ad esempio, a risparmiare 1,2 milioni di euro per l'acquisto di energia elettrica. Esperienza che mettiamo al servizio dei Comuni, facendo rete con le amministrazioni per realizzare importanti progetti infrastrutturali, ma anche per diffondere e promuove la cultura dell'innovazione e dello sviluppo tecnologico".

01 Luglio 2010