Le Marche alla sfida digitale. Firmato l'accordo con Brunetta

INNOVAZIONE

La Regione punterà ad implementare i servizi di e-gov: posta elettronica certificata e fascicolo sanitario elettronico in prima linea

di Silvia De Luca
Un altro tassello per innovare la PA si aggiunge al mosaico del ministro Brunetta: la Regione Marche ha sottoscritto oggi un accordo per realizzare un programma di interventi innovativi finalizzati a incrementare l’accessibilità dei sistemi di e-government.
"Stiamo attuando una collaborazione con le Regioni - ha commentato Brunetta a margine della firma dell’accordo -.Ne mancano 6 o 7 all'appello, nel giro di un mese, un mese e mezzo, arriveremo alla totalità. Sono 20 amici, 20 partner con i quali realizzare questa nostra collaborazione. L’obiettivo comune è stare dalla parte dei cittadini".

Il Protocollo rafforza l’impegno assunto dalla Regione Marche di agevolare il rapporto tra PA, cittadini e imprese per migliorare l’offerta dei servizi regionali a partire dal settore della sanità elettronica. I progetti riguarderanno in particolare l’invio telematico dei certificati di malattia da parte dei medici per i lavoratori sia del settore pubblico che privato, l’introduzione della ricetta digitale e la diffusione del fascicolo sanitario elettronico (Fse). Verrà inoltre sostenuto il processo di integrazione del Centro Unico di Prenotazione (Cup) regionale, per consentire la prenotazione online delle prestazioni sanitarie su tutto il territorio regionale ottimizzando così costi e tempi di attesa per gli utenti.

''La Regione considera l'innovazione e lo sviluppo della società dell'informazione - ha sottolineato il governatore Gian Mario Spacca - una delle dimensioni prioritarie nelle quali reinventare il ruolo della pubblica amministrazione rispetto alla società civile. Uno degli obiettivi primari dell'operato della Regione, che in questi anni si è già mossa in questo senso, e' mettere a disposizione dei cittadini e delle imprese le innovazioni tecnologiche per semplificare e rendere più facile l'accesso ad una pluralità di servizi. Questo nuovo protocollo- ha aggiunto il Presidente- ci permetterà di arricchire le nostre attività con ulteriori progetti di ampio respiro a livello sovra regionale''.

Più in generale l’intesa riguarderà, nell’ambito delle risorse finanziarie a disposizione, l’attuazione del Codice dell’amministrazione digitale (Cad). Nello specifico saranno attivati e potenziati servizi volti alla semplificazione e all’accesso telematico quali la Posta Elettronica Certificata, i pagamenti elettronici e il Voip.
Attraverso l’accordo sottoscritto la Regione Marche si impegnerà per favorire la dematerializzazione dei documenti e la circolarità delle sue banche dati nonché l’istituzione dello sportello unico per le imprese oltre al rafforzamento di Linea Amica e di Reti Amiche. Inoltre con l’iniziativa “Mettiamoci la faccia”, i cittadini potranno esprimere direttamente una valutazione sulla qualità del servizio appena ricevuto dagli uffici regionali.

Particolare attenzione anche sul fronte del contenimento della spesa pubblica. La Regione Marche con il recepimento dei contenuti della direttiva del Ministro Brunetta (n. 6 del 10 maggio 2010) sull’utilizzo delle autovetture in dotazione delle Pubbliche Amministrazioni si impegnerà ad assicurare il monitoraggio della spesa per le autovetture di servizio.

"Accettiamo questa sfida che oggi ci lancia il ministro – ha concluso il Governatore Gian Mario Spacca - abbiamo fatto ma dobbiamo fare ancora di più". A garanzia della corretta attuazione degli interventi di innovazione previsti dal Protocollo verrà istituito ad hoc un comitato tecnico nominato da Ministero e Regione.

13 Ottobre 2010