All'Università di Cagliari debuttano gli attestati digitali

INNOVAZIONE

Grazie all'intesa con la Regione Sardegna il formato elettronico diventa legale. Il rettore Melis: "Proseguiamo sulla strada dell'innovazione"

di F.M.
La Regione Sardegna rafforza la collaborazione con il mondo accademico estendendo, anche all'Università di Cagliari - la prima era stata quella di Sassari - la licenza d'uso del timbro digitale per il prossimo quinquennio.
L'ateneo infatti, così come prevede il protocollo d'intesa siglato stamane tra l'assessore degli Affari generali della Regione Sardegna, Mario Floris, e il rettore Giovanni Melis, potrà sperimentare il particolare codice grafico per rilasciare online agli studenti attestazioni, certificati, statini e copie di documenti conformi agli originali.
"Oggi la Regione Sardegna - spiega Floris - ha svolto appieno il suo ruolo di ente promotore, coinvolgendo anche le Università che, a pieno titolo, partecipano al processo di crescita economica, sociale e culturale dell'isola. È un passo importante per lo sviluppo di una regione che pensiamo sempre più innovativa anche grazie all'imprescindibile contributo di quei soggetti pubblici che, assieme alla Regione, sono impegnati ad accrescere la competitività del territorio".

L'accordo, in linea con quelli già siglati con altri enti pubblici, consente agli utenti di evitare le file in segreteria per ottenere un semplice documento che, invece, attraverso internet, può essere stampato comodamente a casa conservando il valore legale. "Questo nuovo accordo - puntualizza Melis - ci consente di proseguire sulla strada della modernizzazione dei servizi offerti ai nostri studenti. Il percorso, avviato di recente con la firma digitale, oggi si completa con il timbro digitale. Gli iscritti all'Università di Cagliari possono accedere adesso a una gamma sempre più completa di servizi online, dall'immatricolazione all'iscrizione agli esami, ma grazie all'intesa con la Regione Sardegna, necessaria in un momento di grande difficoltà per gli atenei italiani, potranno ora anche usufruire del rilascio sul web di certificati con pieno valore legale".

03 Febbraio 2011