Brunetta: "Entro due anni banda larga universale"

L'ANNUNCIO

Il ministro della Pubblica amministrazione annuncia: nel 2013 l'intero Paese sarà coperto dai servizi. Ma bisogna cambiare la mentalità delle imprese, troppe ancora senza Pec

di P.A.
“Fino ad oggi sono coperti dalla banda larga 55 milioni di italiani. In un anno o due anni l’intero Paese sarà coperto da banda larga universale”. Lo ha detto il Ministro della Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta, in una intervista a Radio 24, precisando che al momento solo le zone rurali o di montagna non sono coperte. Il ministro ha sottolineato che all’ultimo Cdm si è deciso che per il 2020 bisogna arrivare ad offrire a tutto il territorio i 100 mega.

Le imprese italiane non sono reattive ad abbracciare le nuove tecnologie perchè c'è un problema culturale e di mentalità, ha aggiunto il ministro. «Faccio una fatica boia a convincere i milioni di professionisti e il mondo delle imprese ad adottare la posta elettronica certificata - ha detto Brunetta - Bisogna cambiare la mentalità».

Nel settore dell'e-government l'Italia è all'avanguardia. Lo ha detto il Ministro della Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta, in una intervista a Radio 24. «Secondo il benchmark europeo, al 2010 per quanto riguarda l'e-government, l'Italia è tra le prime in Europa», ha spiegato il ministro. «La Pubblica Amministrazione rappresenta il 40-50% di ciò che passa nella rete: sanità, scuola, giustizia, burocrazia». In questo contesto, ha concluso, «il pubblico è più avanti del privato».

14 Febbraio 2011