Lombardia Informatica, la Lega: "Troppi incarichi per Catanzaro"

IL CASO

Presentata un'interrogazione a firma del capogruppo in Regione Lombardia. Il consigliere delegato Giovanni Catanzaro è anche presidente di Consip e membro del Cda di Finmeccanica: "Intreccio di deleghe non funzionale"

di F.M.
Una interrogazione a firma del capogruppo della Lega in Regione Lombardia, Stefano Galli, è stata presentata al Pirellone in relazione a “Lombardia Informatica”, società di servizi a capitale interamente regionale, nella quale si rileva che "siamo in presenza di un eccesso di incarichi" da parte dell'attuale consigliere delegato Giovanni Catanzaro. Da pochi giorni infatti "Catanzaro, che è anche presidente della Consip Spa, è stato nominato - ricorda l'esponente del Carroccio - membro del consiglio di amministrazione di Finmeccanica. Un intreccio di deleghe che, a nostro avviso, non è funzionale al ruolo che Catanzaro ricopre all'interno della società regionale".

Secondo Galli "il compito di consigliere delegato, determinante nelle decisioni e nell'adozione delle scelte aziendali, dovrebbe presupporre un impegno esclusivo a favore di Lombardia Informatica. Il triplice impegno di Catanzaro determina poi un evidente conflitto di interessi, rischiando di incidere negativamente sull'attività delle società. Un conflitto amplificato dalla presenza in Lombardia Informatica della Centrale Regionale Acquisti, che ha un ruolo per molti versi sovrapponibile a quello della Consip".

Infine, ad avviso di Galli "non è un caso che il personale della Centrale Regionale Acquisti sia a livello di funzionari che dirigenziale, provenga in prevalenza proprio dalla Consip Spa, presieduta dallo stesso Catanzaro".

11 Aprile 2011