Al Policlinico Mangiagalli di Milano arrivano le culle hi-tech

SANITA'

La tecnologia entra nelle culle della nuova nursery alla Clinica Mangiagalli di Milano. La ristrutturazione del reparto, inaugurato oggi dopo un anno di lavoro e 300 mila euro di investimenti, ha infatti portato con sé due importanti: il braccialetto elettronico per mamme e i loro neonati e l'adozione della cartella clinica informatizzata.
“Sono due importanti miglioramenti tecnologici e siamo tra i primi centri in Italia ad adottarli -. spiega Fabio Mosca, direttore del reparto di Neonatologia e Terapia intensiva neonatale della Fondazione Policlinico Mangiagalli -. Grazie al braccialetto digitale mamma e neonati vengono identificati e riconosciuti mediante un palmare, così da scongiurare errori di identificazione che nella nostra clinica non sono comunque mai avvenuti”.
La cartella informatizzata, invece, consente una gestione medica e infermieristica integrata, con la possibilità di effettuare anche la terapia farmacologica in modo più sicuro. “Grazie a questi interventi – commenta l'assessore regionale alla Sanità, Luciano Bresciani, mettiamo a disposizione dei professionisti tutti gli strumenti tecnologici per operare al meglio e diamo ai cittadini un servizio sempre più efficiente”.

26 Maggio 2009