Da Telecom Italia a Sorgenia: la nuova avventura di Andrea Mangoni

LA NOMINA

Il manager, già Ceo di Tim Brasil e direttore generale per l'America Latina, prende le redini della società energetica controllata dal gruppo Cir e partecipata dall'austriaca Verbund

di P.A.

Dopo le recenti dimissioni da Telecom Italia, Andrea Mangoni è passato in Sorgenia, società energetica controllata dal gruppo Cir e partecipata dall'austriaca Verbund, con la carica di Ceo e presidente del consiglio di amministrazione. La nota fa seguito a quella di stamane che confermava la decisione di Massimo Orlandi di lasciare l'incarico di amministratore delegato in Sorgenia.

Mangoni, 50 anni, si è dimesso lo scorso 30 aprile da Telecom Italia, dove è entrato a luglio 2009 come presidente esecutivo di Telecom Italia Sparkle, per assumere in seguito la carica di Cfo e successivamente, nel marzo del 2012, quella di chief executive officer di Tim Brasil e direttore generale per l'America Latina. Andrea Mangoni era arrivato in Brasile dopo le dimissioni di Luca Luciani in seguito al coinvolgimento nell'inchiesta sulle sim false.

Dal 1996 al 2009 ha lavorato in Acea con incarichi di crescente responsabilità. In particolare, è stato amministratore delegato della società dal 2003 al 2009.

Sorgenia e i suoi azionisti, si legge nella nota, ritengono che l'esperienza maturata da Mangoni nel settore dell'energia e le sue competenze in campo finanziario rappresentino un valore importante per il futuro della società.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA 17 Luglio 2013

TAG: telecom italia, andrea mangoni, cir, verbund, massimo orlandi, telecom italia sparkle, tim brasil, luca luciani

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store