Telefonica, Cesar Alierta si dimette da presidente

AL VERTICE

Per 16 anni al vertice della compagnia spagnola, il manager sarà sostituito dall'attuale Coo José Maria Alvarez-Pallete ma rimarrà nel cda

di F.Me

Cesar Alierta si dimetterà da presidente di Telefonica e sarà sostituito dall'attuale Chief Operating Officer José Maria Alvarez-Pallete. La comunicazione è stata inviata da Telefonica in una nota alla Comisión Nacional del Mercado de Valores, la Consob spagnola.  Alierta, 70 anni, è stato presidente esecutivo della compagnia per 16 anni e continuerà a far parte del consiglio di amministrazione.

La nomina di Alvarez-Pallete, classe 1963, che Alierta ha definito "il dirigente più preparato per affrontare con successo le sfide imposte dalla rivoluzione digitale", sarà all'ordine del giorno del prossimo consiglio di amministrazione della società previsto per l'8 aprile. La voce di un cambio di guardia alla guida del colosso spagnolo delle tlc, che per un lungo periodo è stato anche primo azionista di Telecom Italia giravano da tempo e la Borsa di madrid ha accolto con favore l'ufficializzazione del cambio: le azioni di telefonica infatti hanno guadagnato l'1,09% a 9,82 euro, mentre la piazza spagnola viaggia in progresso dello 0,7%. Alierta, classe 1945, continuerà a far parte del Cda del gruppo, incarico che occupava gia' dal 1996, quattro anni prima di diventare presidente della compagnia il 26 luglio del 2000.

Nella nota, Telefonica sottolinea che la compagnia, sotto la presidenza di Alierta, è passata da essere un importante operatore nel settore delle tlc in Spagna e Sud America al ruolo di leader nei principali mercati strategici: Brasile, Germania, Spagna, America Latina.

 

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA 29 Marzo 2016

TAG: cesar alierta, telefonica

SCARICA L'APP PER IL TUO
SMARTPHONE O TABLET
App Store App Store