Asi e Regione Molise unite in nome dello Spazio

IL CONSORIZIO

Nasce il Consorzio Geosat per lo sviluppo di applicativi geospaziali dedicati a PA, cittadini e imprese. Sul piatto 20 milioni di euro per assumere 60 esperti. Saggese: "Puntiamo ad aumentare i livelli occupazionali nel territorio"

di F.Me.
Asi e Regione Molise insieme per lo Spazio. Nasce il Consorzio Geosat Molise, costituito dall’Agenzia Spaziale Italiana e dall'ente regionale, dall’Università del Molise e da Telespazio/e-Geos, che mira a realizzare una struttura scientifico-tecnologica di alto livello nel settore geospaziale per la produzione applicativi da immettere sul mercato globale.  Si tratta di una delle prime iniziative in Italia di un laboratorio costituito da entità pubbliche e private, per la ricerca e la produzione di dati e servizi geospaziali per la PA per le imprese e i cittadini: prodotti e servizi che saranno proposti ad un mercato nazionale ed internazionale.

Il progetto avrà una dotazione finanziaria di 20 milioni di euro e consentirà a 60 giovani professionisti, specializzati nel campo della tecnologia geospaziale, di trovare lavoro stabile e qualificato nel Molise. Un’offerta occupazionale importante per i giovani molisani che si sono qualificati in questo settore e che potranno, insieme ad altri coetanei provenienti dal resto dell’Italia e dell’Europa, impegnarsi in progetti ed iniziative di livello scientifico importante e strategico”.

“L’Asi considera l’Osservazione della Terra a mezzo satellite una delle principali applicazioni delle tecnologie spaziali, in grado di fornire un contributo sostanziale alla gestione del territorio - spiega il presidente Asi, Enrico Saggese - Per questo motivo, già da tempo, l’Asi veicola cospicui investimenti pubblici in questo settore, come ad esempio la costellazione di satelliti per rilevamento radar Cosmo-SkyMed, all’avanguardia nel mondo.  La collaborazione con la Regione Molise, che ha indubbiamente un posizionamento di eccellenza nell’utilizzazione di tecnologie di telerilevamento satellitare, produrrà risultati largamente positivi e potrà incrementare, in modo sensibile, il livello di occupazione altamente qualificata nella Regione”.

La Regione, con un forte coinvolgimento dell’ambiente universitario e di ricerca, ha sviluppato sistemi di informazione geografica, già operativi, quali Sva – Sistema Vigilanza Ambientale e Siit – Sistema Informativo Integrato per il Territorio, che fanno ampio uso dei dati di rilevamento satellitare, insieme ai dati rilevati da aereo e provenienti da varie reti di monitoraggio. I sistemi forniscono attraverso il web servizi di pianificazione e analisi territoriale ad enti, imprese e cittadini.
Il Molise partecipa anche a Nereus, la rete delle regioni europee impegnate sia nell’utilizzo delle tecnologie spaziali sia nella ricerca e sviluppo di nuove applicazioni al servizio del territorio.

11 Ottobre 2011