Italia capofila in progetto Ue per controllo del Mediterraneo

COSMO SKY-MED

L’Italia sarà a capo di un nuovo progetto europeo per la sorveglianza del Mediterraneo via satellite. E’ quanto ha annunciato oggi l’Agenzia Spaziale Italiana (Asi), durante la seconda giornata del Sat Expo Europe 2009, in corso fino a domani alla Fiera di Roma. Il programma utilizzerà la costellazione di satelliti italiani Cosmo-SkyMed, realizzati da Thales Alenia Space Italia  per conto dell’Asi e del Ministero della Difesa. “L’Italia sarà capofila di questo progetto europeo perché vogliamo diventare leader mondiali nelle applicazioni radar per l’osservazione della Terra - ha confermato Carolina Matarazzi, vicepresidente dell’Asi -. Nei prossimi anni vedremo l’importanza di un’infrastruttura satellitare come Cosmo-SkyMed sul posizionamento del nostro Paese in ambito internazionale”.

La costellazione Cosmo-SkyMed è composta da 4 satelliti con sistemi radar in banda X, tre dei quali già in orbita mentre il quarto sarà lanciato ai primi del 2010. Finora le immagini le immagini radar raccolte dalla costellazione sono state utilizzate anche a favore di istituzioni internazionali e organizzazioni umanitarie impegnate nella gestione di alcune emergenze, come il ciclone Nargis in Birmania, il terremoto in Cina e gli uragani Hannah e Ike che hanno colpito Haiti.

20 Marzo 2009