Mappe satellitari per supportare gli aiuti ad Haiti

TELESPAZIO

Poche ore dopo il terremoto che ha devastato Haiti, e-Geos (una società Telespazio/Asi) si è attivata per fornire alle Nazioni Unite, alla Croce Rossa spagnola e ai ministeri italiani degli Affari Esteri (Unità di Crisi) e della Difesa una serie di mappe satellitari georeferenziate delle aree colpite, per supportare le operazioni di soccorso e gli aiuti umanitari.

L’attività è svolta nell’ambito del progetto G-Mosaic (Gmes services for Management of Operations, Situation Awareness and Intelligence for regional Crises) dell’Unione Europea, coordinato da e-Geos.

In particolare dal 16 gennaio, in collaborazione con il Department of Field Support (Un-Dfs) delle Nazioni Unite, il team di lavoro G-Mosaic Rapid Geospatial Reporting Service Team ha iniziato a fornire dati processati, immagini e mappe del territorio di Haiti.

Con il supporto di e-Geos è stata compiuta una prima analisi delle condizioni della rete viaria del Paese con l’analisi dei danni subiti dalle strade, Inoltre sono state fornite mappe satellitari ad alta risoluzione delle aree pre e post terremoto attraverso dati ottici (GeoEye) e radar (Cosmo-SkyMed). Infine è iniziata una prima attività di analisi dei danni a edifici e infrastrutture.

19 Gennaio 2010