Eutelsat, appalto da 5 mln per il sat broadband in Irlanda

TECNOLOGIE

I servizi di connettività destinati alle aree rurali saranno forniti a Sbi (Satellite broadband Ireland) tramite Ka Sat. Ora si punta a esportare il modello anche nel Regno Unito

di Paolo Anastasio
L’operatore satellitare Sbi (Satellite Broadband Ireland) ha siglato un contratto triennale da 5 milioni di euro con Eutelsat, per la distribuzione di servizi di accesso ultrabroadband attraverso Ka-Sat, il primo satellite per servizi commerciali a banda larga.

Nel quadro dell’accordo, Sbi potrà commercializzare l’offerta Tooway di Eutelsat, per garantire una capacità di ricezione a 10 Mbps e di invio a 4 Mbps. L’offerta partirà in Irlanda, ma l’obiettivo di Sbi è quello di esportarla anche in Europa. Il servizio Tooway sarà gestito tramite il nuovo satellite di ultima generazione Ka-Sat (Eutelsat) lanciato in orbita lo scorso dicembre, che sarà operativo a partire dal mese di maggio.

Pietra angolare di un’infrastruttura pan-europea, il satellite Ka Sat sarà collegato a una rete di otto stazioni terrestri, di cui una a Cork, in Irlanda, tutte connesse alla dorsale Internet tramite fibra ottica.
"Per assicurare lo sviluppo dell’Irlanda, è necessario rendere disponibile l’ultrabroadband al maggior numero possibile di località rurali, fra le 367mila zone censite nel paese – dice Kevin Ryan, Ceo di Sbi, aggiungendo che con un investimento ulteriore di un milione di euro l’operatore irlandese potrà entrare nel vicino mercato della Gran Bretagna".

Arduino Patacchini, amministratore delegato di Skylogic, filiale d'Eutelsat dedicata al multimediale, si è detto felice di questo primo contratto commerciale siglato con Sbi,che partirà a maggio. "La capacità di Ka-Sat di aprire una nuova era per i servizi satellitari a larga banda, insieme alla competenza e agli investimenti messi in campo da Sbi per garantire un servizio di eccellenza, ci sembrano riunire oggi dei mezzi particolarmente efficaci per ridurre il digital divide nelle regioni rurali dell’Irlanda".

24 Gennaio 2011