Berretta nella Hall of Fame 2011

RICONOSCIMENTI

Il presidente di Eutelsat insignito del prestigioso riconoscimento per la brillante carriera e l’impegno di una vita a favore delle comunicazioni commerciali via satellite

di Enzo Lima
Nuovo prestigioso riconoscimento per Giuliano Berretta presidente del Consiglio di amministrazione di Eutelsat Communications. La Sspi (Society of Satellite Professionals International) con sede a New York, ha inserito il manager italiano nella rosa dei 7 candidati che saranno insigniti della Hall of Fame 2011. Ad oggi solo un numero esiguo di professionisti europei ha ricevuto questo riconoscimento. La cerimonia avrà luogo a Washington D.C. il 15 marzo durante l’evento “Stellar Reception”. La premiazione, che avviene ogni due anni, si inserisce tra gli eventi della trentesima edizione “Satellite 2011”, la più importante conferenza annuale sul satellite e le sue applicazioni.

Eutelsat, uno dei maggiori operatori satellitari al mondo, è tra i protagonisti di quest’evento, portando in scena le sue soluzioni digitali per i mercati di broadcasting, trasmissione dati e banda larga. La prestigiosa onorificenza del “Satellite Hall of Fame”, riconosce il contributo ai precursori e ai pionieri che hanno reso possibile “l’era delle comunicazioni satellitari”. Uomini lungimiranti che hanno dedicato la loro carriera al progresso tecnologico, rivoluzionando in meglio la vita sulla Terra grazie alle applicazioni satellitari e aiutando a porre le solide basi istituzionali e commerciali di questo settore. I membri della Hall of Fame si sono distinti nel campo delle telecomunicazioni, dell’industria aerospaziale, della ricerca scientifica o nello sviluppo e distribuzione delle applicazioni via satellite per imprese, istituzioni e organi governativi.

Giuliano Berretta è stato scelto dalla Sspi per la sua brillante carriera e l’impegno di una vita a favore delle comunicazioni commerciali via satellite. La Sspi ha tenuto in considerazione che l’attuale presidente del Consiglio di Amministrazione di Eutelsat nelle due decadi alla guida del Gruppo ha operato una profonda trasformazione societaria portando Eutelsat ad essere oggi una società quotata in borsa con una capitalizzazione di mercato di 6 bilioni di euro. Berretta è approdato in Eutelsat nel 1990 come direttore commerciale, con il compito di sviluppare il mercato dei servizi di telecomunicazione. Nel 1998 è stato nominato Direttore Generale e ha guidato con successo la trasformazione di tutti gli asset dell’allora Organizzazione europea per le Telecomunicazioni via Satellite in una società commerciale a diritto privato e quindi, nel 2005, in una società quotata alla Borsa di Parigi. Dal 2010 Berretta ha assunto la carica di presidente del Consiglio di amministrazione del gruppo.

Sotto la sua guida, Eutelsat ha creato la flotta di satelliti Hot Bird diventando uno dei principali fornitori di servizi video che trasmette più di 3.700 canali televisivi. Queste innovazioni e la continua espansione geografica in Europa orientale, Africa, Medio Oriente e Nord America, hanno prodotto un record ininterrotto di crescita e redditività del Gruppo. Per sostenere questa crescita Berretta ha guidato un programma mirato di investimenti significativi in nuovi satelliti, che hanno portato benefici assoluti sia nella costante innovazione tecnologica che nel continuo aumento di performance e competitività dell’industria spaziale. Di questo sviluppo ininterrotto fanno parte gli oltre 40 satelliti per le comunicazioni acquistati e i relativi servizi di lancio.

Tra i nomi più prestigiosi insigniti nelle precedenti edizioni del Satellite Hall of Fame si ricordano: il dott. Arthur Clarke, il dott. Harold Rosen, Olof Lundberg, Eddy Hartenstein, Frederic d’Allest, Sidney Topol, Takayushi Yoshida, Mary Ann Elliott, Mary Frost, Peter Jackson, e Robert Berry.

16 Marzo 2011