Tv via satellite, i mercati emergenti trainano la crescita

EUROCONSULT

Secondo Susan Irwin, presidente di Euroconsult Usa, nei prossimi 10 anni i canali cresceranno di 10mila unità: "Ma per il boom servono offerte a prezzi più bassi e nuovi modelli di business"

di F.M.
Nei prossimi dieci anni saranno i mercati emergenti a trainare la crescita delle trasmissioni via satellite. Ne è convinta Susan Irwin, presidente di Euroconsult Usa, secondo cui “entro il 2019 ulteriori 10.000 canali televisivi saranno distribuiti via satellite, in gran parte grazie alla crescita della tecnologia HD e a quella delle piattaforme Dth supplementari".
"La televisione digitale continuerà a crescere - ha puntualizzato la Irwin durante il seminario Newtec – In questo contesto è necessario puntare a offerte accessibili nel prezzo e a nuovo modelli di business a basso costo, soprattutto nei mercati emergenti dove esiste un potenziale di crescita significativo”.

L’intervento della Irwin ha caratterizzato fortemente il quarto seminario di Newtec che la società ha organizzato proprio con l’intenzione di capire come si sta muovendo il mercato satellitare.
“Abbiamo puntato a condividere le migliori pratiche – ha specificato il ceo di Newtec, Serge Van Herck – e focalizzato l’attenzione sullo sforzo intrapreso dai player di settore per implementare e migliorare le tecnologie di comunicazione via sat per incrementare il business e ridurre i costi”.  Oltre a Euroconsult hanno partecipato all’evento che si è tenuto la scorsa settimana a Miami anche Wta, Intelsat, GlobeCast, TV2GO e Northern Sky Research.

16 Maggio 2011