Debutta il Nokia 603. Nfc alla portata di tutti

SMARTPHONE

Il nuovo smartphone, basato sull'Os Symbian Belle, permette agli utenti di scambiare contenuti e connettersi con altri device grazie alla tecnologia Near field communication

di Giampiero Rossi
Nokia ha lanciato il suo nuovissimo smartphone con tecnologia Nfc di sharing e pairing in modalità single-tap - il Nokia 603 - con caricato sopra l'ultima versione del sistema operativo Symbian Belle e disponibile nei colori bianco e nero con una cover in sei diverse tonalità a scelta: nero, bianco, fucsia, verde, giallo e blu.

Creato per gli utenti che si approcciano per la prima volta ad uno smartphone, il Nokia 603 ha già precaricati le app e i giochi di social networking ed i servizi Maps, offre uno schermo ClearBlack da 3,5 pollici in grado di ottimizzare la luce diretta del sole, un ottimo display antigraffio e un design seamless e compatto.

Attraverso questo nuovo smartphone della Nokia la tecnologia NFfc viene resa disponibile sempre di più ad un vasto pubblico, infatti con il Nokia 603 è possibile, in Nfc, scambiare contenuti, oppure eseguire il pairing con device esterni, come ad esempio l’auricolare Bluetooth Luna di Nokia. Questo nuovo auricolare in-ear è disponibile in diversi colori, ed è provvisto di un auricolare estraibile, per una durata della batteria di ben otto ore di conversazione ed è ricaricabile con una qualsiasi caricabatteria microUsb Nokia.

 a tal proposito ha affermato: "Nokia 603 si inserisce nella strategia di rinnovamento della gamma di smartphone con prodotti che soddisfano in modo unico le esigenze dei nostri clienti di tutto il mondo - spiega Tuula Rytila, senior vice president di Nokia - Qualunque sia la fascia di prezzo, il nostro obiettivo è assicurare che tutti gli smartphone Nokia siano realizzati per essere utilizzati, abbiano funzionalità di connessione elevate, offrano la qualità tipica di Nokia e contengano sorprese inattese, come le funzionalità Nfc che permettono attività di pairing e sharing semplicemente avvicinando due dispositivi”.

13 Ottobre 2011