Il miniportatile PC-Z1

SHARP

Ha le dimensioni di un libro elettronico: un ibrido fra uno smartphone e un netbook

di Morse.it
Sharp, il numero uno del mercato della telefonia mobile in Giappone, ha presentato il suo nuovo PC-Z1; si tratta di un dispositivo miniportatile grande quanto un libro elettronico, munito di uno schermo tattile da cinque pollici (per una definizione di 1024x600) e di una tastiera completa.

Il terminale si colloca a metà strada tra lo smartphone e il netbook.

In occasione di una conferenza stampa, Masafumi Matsumoto, il vice Presidente della società, ha dichiarato: “Il telefono portatile è sempre con voi ma lo vorreste con un display più ampio, mentre i notebook (o netbook) godono di grandi schermi e tastiere complete ma la batteria non è all'altezza di quella del cellulare”, e aggiunge: “noi abbiamo realizzato il device che fa per voi, che raggruppa in sé tutte le funzionalità di un computer ma è tascabile come uno smartphone”.

Il PC-Z1 di Sharp pesa solo 409 grammi e si anima grazie ad un processore ARM Freescale i.MX515 da 800 MHz con 512 MB di memoria RAM. L'hard disk interno ha una capacità di 4GB di storage ulteriormente espandibile tramite un lettore di schede microSD.
Il sistema operativo scelto da Sharp per questo suo innovativo terminale è quello del Pinguino, Linux Ubuntu 9.04.
Lo smartbook include poi due porte USB ed è compatibile con la connessione senza fili WiFi oltre ad essere dotato di una batteria della durata annunciata di 10 ore. Verrà commercializzato in Giappone a partire da questo mese ad un prezzo che dovrebbe aggirarsi intorno ai 335 euro, con aspettativa di Sharp di venderne 100 mila pezzi da qui a marzo 2010. Speriamo di vederlo anche in Europa.

02 Settembre 2009