Dopo TomTom arriva Garmin Il boom del Gps connesso

Navigatori

Il nuovo Pnd contente di interagire con i servizi online

di Morse.it

Poco dopo il debutto della nuova gamma di Personal Navigation Device “Live” di TomTom - dispositivi muniti di scheda SIM per accedere ai servizi connessi offerti dai carriers - è arrivato anche il turno di Garmin, che ha deciso di farsi in casa il neonato Nüvi 1690.

Si tratta di un PND munito di uno schermo tattile da 4,3” per una risoluzione di 480 x 272 pixels. Caratterizzato da un Form factor compatto (2,5 x 7,9 x 1,9 cm) e relativamente leggero (174,7 grammi), il 1690 sembra un navigatore classico anche se nell'anima è compatibile con la tecnologia “NüLink” che consente di interagire in tempo reale con i servizi online (tramite la scheda SIM integrata). Sarà possibile, infatti, effettuare una ricerca locale su Google, accedere al servizio di information traffic, alle previsioni meteo, agli allarmi degli autovelox, ai profili e status degli amici e al prezzo dei carburanti oltre che alle Pagine bianche e al social network Ciao. 

Segnaliamo inoltre che, là dove TomTom offre 3 mesi di accesso gratuito ai suoi servizi “Live”, Garmin si mostra generosa regalando un anno di accesso gratuito al servizio per chi acquista un PND Nuvi 1690, device previsto per essere commercializzato a fine anno ad un prezzo di 399 euro comprese le mappe dell'Europa occidentale ed orientale.
A partire dal secondo anno il servizio “NüLink” verrà fatturato 80 euro all'anno.

Il Nüvi 1690, che potrà essere utilizzato per 4 ore consecutive grazie alla sua batteria Lithium-Ion, supporta la connettività senza fili Bluetooth e la funzione “eco drive” che offre differenti metodi per ridurre il consumo del carburante; inoltre il nuovo GPS connesso di Garmin include un assistente di guida e la visualizzazione dei cartelli autostradali.

08 Settembre 2009