In Cina arriva oPhone con Android embedded

DEBUTTI

Il nuovo telefonino multimediale prodotto da Lenovo Mobile, monta uno schermo tattile da 3,5”, include un chip GPS, una fotocamera digitale da 5 Megapixels e supporta la connettività WiFi

di morse.it
Il primo operatore mobile cinese, China Mobile, che conta almeno 700 milioni di clienti, ha rivelato il debutto imminente del suo “oPhone”: uno smartphone che sfrutta un sistema operativo derivato dalla piattaforma Android di Google.

Battezzato con il nome di “oPhone O1”, il nuovo telefonino multimediale, concepito da Lenovo Mobile, monta uno schermo tattile da 3,5” per una risoluzione di 480 x 320 pixels, include un chip GPS, una fotocamera digitale da 5 Megapixels, supporta la connettività WiFi ed integra un alloggiamento per schede di memoria Micro SD oltre ad un tuner di TV mobile (standard CMMB); compatibile poi con il 3G locale TD-SCDMA, l'oPhone uscirà sul mercato nelle due versioni da 8 o 16 GB di memoria Flash.

China Mobile, che non si è accordata fino ad oggi con Apple per la distribuzione dell'iPhone 3G, ha deciso di realizzarsene un concorrente in casa, e ritiene che oPhone possa aiutare il carrier a reclutare nuovi clienti. “Speriamo che l'oPhone si conquisti almeno il 50% del mercato cinese degli smartphone in un periodo compreso tra i 3 e i 5 anni”, ha dichiarato Huang Xiaoqing, il Presidente dell'Istituto di ricerca di China Mobile, in occasione del lancio dello smartphone.

Resta ancora sconosciuto il prezzo dell'”iPhone Killer”.
Segnaliamo infine che, secondo indiscrezioni, China Mobile ed Apple starebbero ancora trattando un'eventuale distribuzione dell'iPhone, che attualmente è distribuito sul territorio cinese da China Unicom.

21 Settembre 2009