Il grande balzo di Zte. L'utile sale del 58,18%

MERCATI

Niente crisi per il produttore cinese di apparecchiature per Tlc e soluzioni di rete, che punta a rafforzare la presenza nell’Europa occidentale e in Nord America

di Patrizia Licata
Non c’è crisi per Zte, il produttore cinese di apparecchiature per telecomunicazioni e soluzioni di rete: l’azienda ha riportato per il terzo trimestre 2009 entrate in crescita del 42,81% rispetto allo stesso trimestre del 2008, per un totale di 15,13 miliardi di yuan. Il gruppo ha riportato una crescita significativa delle entrate operative grazie soprattutto alla costruzione su larga scala della rete 3G sul mercato interno cinese.

Nelle diverse categorie di prodotto, il revenue è cresciuto anno-su-anno del 47,32% per quanto riguarda le reti dei carrier, grazie soprattutto alle entrate generate dalle vendite delle attrezzature per le reti 3G, di prodotti per la trasmissione ottica e per la comunicazione dati. E’ cresciuto anche il revenue dai terminali (+38,67%), in linea con l’aumento delle vendite di prodotti per il 3G. Il revenue dei sistemi software, servizi e altri prodotti per le telecomunicazioni del gruppo cinese è salito del 17,85%.

L’utile netto ha compiuto un balzo del 58,18% a 409 milioni di yuan cinesi o 0,23 yuan per azione. Per il quarto trimestre dell’anno, Zte annuncia che rafforzerà la cooperazione con i principali carrier internazionali e che la strategia core sarà cercare di ampliare la presenza in mercati chiave come l’Europa occidentale e il Nord America, senza tralasciare di rafforzare il posizionamento sul mercato cinese del 3G.

28 Ottobre 2009