Scatta l'ora X per iPad. Ecco le offerte degli operatori

TABLET

Vodafone e 3 Italia lanciano le tariffe per la navigazione in vista del debutto italiano della "tavoletta" in calendario il 28 maggio. Da oggi via alle prenotazioni sullo store di Apple

di Margherita Amore
Scatta l'ora X per iPad. Da oggi è prenotabile sul negozio online di Apple: la tavoletta arriverà il 28 maggio. Intanto arrivano le offerte degli operatori per il traffico dati. 

Vodafone propone, per iPad in modalità 3G, Internet Facile Sempre: 500 Mb al giorno di navigazione per un canone mensile di 30 euro, mentre con Internet Facile Day si hanno 500 Mb (5 Gb) di navigazione a 2 euro al giorno, per il solo giorno in cui viene usata la connessione dati. Una volta terminata la soglia di Mb disponibili, si potrà continuare a navigare gratuitamente a velocità ridotta di 64kbps. Qualora invece non venisse attivata nessuna offerta dedicata al traffico dati, si navigherà con la tariffa standard di 5 euro al giorno per 500 Mb.

Tre Italia, invece, ha creato la tariffa Super Internet iPad, che costa 5 euro al mese e offre 3 Gb di traffico. Si tratta di una soluzione ricaricabile e senza vincoli. Il traffico oltre la soglia però è di 2 euro ogni 100 Mb. L'offerta comprende anche il traffico internazionale nei paesi in cui l'operatore 3 è presente: Austria, Australia, Danimarca, Hong Kong, Irlanda, Svezia e Gran Bretagna. "I nostri clienti potranno godere appieno delle prestazioni dell'iPad Wi-Fi + 3G attraverso la flessibilità di un’offerta che permetterà loro di non avere alcuna preoccupazione legata a limitazioni di tempo, volumi di dati o costi", ha dichiarato Vincenzo Novari, Ad di Tre Italia.

Inoltre, grazie al servizio “PressReader” della società canadese Newspaperdirect, spendendo 30 dollari al mese, i possessori dell’iPad avranno la possibilità di ricevere sul tablet, fino a circa 1.500 quotidiani di tutto il mondo, a tutti i principali quotidiani. Tra gli italiani, saranno presenti il Corriere della Sera, La Stampa, il Messaggero, il Giornale, Libero, il Mattino, il Riformista e La Gazzetta dello Sport.

10 Maggio 2010