Nasce il cellulare sottile come un foglio di carta

SMARTPHONE

Si chiama PaperPhone il prototipo di smartphone spesso pochissimi millimetri, dotato di sensori di flessione. Secondo il suo inventore sarà in grado di eliminare tutta la carta dagli uffici

di Andrea Ciccolini
Si chiama PaperPhone il prototipo di smartphone flessibile. Sottile come un foglio di carta, permetterà tutte le funzioni tipiche di qualunque cellulare intelligente. La creazione è stata possibile grazie alla collaborazione tra lo Human Media Lab della Queen's University e il Canada e Arizona University's Motivational Environments Research group.

“Entro cinque anni tutto sarà come il nostro prototipo" ha affermato il creatore del PaperPhone, Roel Verteegal. Il gioiello tecnologico, spesso pochissimi millimetri, utilizza la stessa tecnologia impiegata dal Kindle di Amazon e utilizza particolari sensori che rilevano la flessione del dispositivo.

"Questo dispositivo guarda, sente e opera come un piccolo foglio di carta interattiva. L'interazione - spiega Vertegaal - avviene piegandolo, girando un angolo per girare le pagine, o scrivendoci con una penna”. Verteegal ha ipotizzato che l’utilizzo di PaperPhone più grandi potrebbe eliminare la carta dagli uffici.

Il prototipo sarà in mostra domani a Vancouver in occasione della conferenza Computer Human Interaction. Lo stesso team di ricerca di mostrerà un dispositivo chiamato Snaplet, in grado di assumere diverse funzioni a seconda di come viene indossato e piegato: un orologio se in posizione convessa, un palmare se piatto e un telefono cellulare quando concavo.

09 Maggio 2011