Nome in codice Mango: debutta il Windows Phone 7

SISTEMI OPERATIVI

La piattaforma contiene 500 nuove funzionalità e promette un'esperienza di navigazione più avanzata grazie a Internet Explorer 9. L'ad Pietro Scott Jovane: "Contrasteremo Apple e Google"

di P.A.
"Tutto ciò che serve a portata di dito", per comunicare e utilizzare applicazioni e Internet in maniera ancora più semplice. Questo il valore aggiunto, secondo l'amministratore delegato di Microsoft Italia Pietro Scott Jovane, della nuova versione di Windows Phone 7, nome in codice Mango, presentata oggi in anteprima in tutto il mondo. Con 500 nuove funzionalità i confini di utilizzo degli smartphone si allargano, non arrivano fino a invadere i tablet ma ci si avvicinano.

"La strategia di Microsoft fino a 4,7 pollici è quella di far comunicare molto più facilmente - dice Jovane - e tra le novità ci sono le applicazioni native oltre che di Messenger, di Twitter e Linkedin. "Permetterà un'esperienza internet più avanzata grazie a Internet Explorer 9, oggi il software più sicuro e veloce sul mercato, e all'integrazione dello standard Html 5 che permette di far girare un'applicazione all'interno del browser", aggiunge l'ad di Microsoft Italia.

Ci saranno infine nuovi partner per le applicazioni tra cui Alitalia, il Milan, radio Dj e la guida Sky. La nuova versione sarà disponibile per tutti i telefoni Windows Phone esistenti attraverso un aggiornamento gratuito e sarà fornito con i nuovi telefoni a partire da questo autunno.

Nello stesso periodo, Windows Phone aggiungerà il supporto per altre lingue, amplierà l'accesso alle applicazioni attraverso il lancio di Marketplace in nuovi Paesi e stabilirà collaborazioni con nuovi produttori per consentire l'espansione in nuovi mercati. "Dopo la collaborazione con Lg, Samsung e Htc - spiega Scott Jovane - si aggiungono Acer, Fujitsu, Zte" e naturalmente Nokia con cui a febbraio ha stretto un'alleanza proprio per contrastare Apple e Google sugli smartphone.

Raggiungerà 30 paesi, 60 operatori mobili e a bilancio, dopo sette mesi dalla prima versione, ci sono già 17mila applicazioni disponibili.

Scott Jovane, in Italia cloud in crescita trainato dalle Pmi

"Nei primi 5 mesi del 2011 - inquadra il mercato l'ad di Microsoft - in Italia si è vista una grande accelerazione sulla tecnologia cloud, le pmi continuano a investire significativamente in tecnologie (si è avuta una crescita a doppia cifra delle vendite di software), e una grande spinta arriva anche dal mondo dei consumatori con Internet attraverso Hotmail, Msn e Messanger (15 milioni di utenti collegati) e con la XBox e in particolare Kinect, entrato nel guinnes dei primati perché non c'è oggetto che abbia venduto così tanti pezzi in così poco tempo: nei primi 60 giorni dal lancio oltre 10 milioni".

Per conoscere invece la strategia di Microsoft sui tablet bisognerà aspettare l'autunno. "Dopo l'estate, con la prossima versione di Windows (.8 o 'next' la chiamano gli addetti ai lavori, ndr) cominceremo a raccontare qualcosa più nel dettaglio" dichiara Scott Jovane, anticipando solo che non girerà su Intel ma su piattaforma Arm "l'anno prossimo o fra un po".

Altre novità arriveranno poi dall'acquisizione di Skype (ancora in attesa delle autorizzazioni che dovrebbero arrivare per l'inverno). Oltre ad applicazioni specifiche per i telefonini l'integrazione con Skype "è un elemento importante perché permetterà di rendere più ricca l'esperienza della console - spiega l'ad di Microsoft - e mettere al centro anche dell'entertainment la comunicazione" per esempio permettendo anche in famiglia la videocomunicazione dallo schermo.

24 Maggio 2011