Nokia, focus sul Windows Phone. Elop: "Inizia una nuova era"

STRATEGIE

In attesa del primo device con sistema operativo Microsoft, che vedrà la luce a fine anno, la società punta su Symbian e sull'N9. Il Ceo: "L'innovazione è la chiave di volta"

di Federica Meta
Dagli smartphone ai cellulari, dai servizi alla progettazione dell’interfaccia utente, dalla migliore esperienza utente ai tool per gli sviluppatori. È questo il cammino che percorrerà Nokia per ritornare ad essere leadrer sul mercato.
“Agli inizi di quest’anno abbiamo delineato una strategia completa, basata sull’innovazione, volta a cambiare il corso della nostra azienda – ha spiegato questa mattina Stephen Elop, presidente e Ceo di Nokia, in occasione del Nokia Connection di Singapore - Oggi abbiamo compiuto importanti passi in avanti nello stabilire un nuovo percorso di innovazione: per Nokia sta iniziando una nuova era”.

Confermando che l'obiettivo rimane lo sviluppo di device con piattaforma Windows Phone, il numero uno della società ha sottolineato che il primo dispositivo nato dall'intesa con Microsoft vedrà la luce a fine 2011, aggiungendo però che per la  disponibilità sul mercato bisognerà aspettare il 2012, così come stabilito dalla roadmap annunciata a marzo.

intanto la casa finlandese lancia tre nuovi modelli di telefoni: Nokia C2-02, Nokia C2-03 e Nokia C2-06. Il portafoglio prevede sia l’opzione single Sim che dual Sim, e tutti e tre i device offrono agli utenti della Serie 40 una nuova e avanzata esperienza web e mappe, così come la possibilità di scelta tra tastiera e touch screen.
Nokia ha inoltre riaffermato il proprio impegno verso il sistema operativo Symbian. Inizierà infatti a luglio la distribuzione dei modelli Nokia N8, E7, C7 e C6-01 dotati dell’aggiornamento software Symbian Anna che comprende numerose migliorie per l'utente. Entro la fine di agosto Symbian Anna sarà disponibile per il download anche per coloro che hanno acquistato in precedenza questi modelli. Nei prossimi 12 mesi verranno invece lanciati fino a 10 nuovi smartphone basati su piattaforma Symbian.

A Singapore è stato presentato anche il suo ultimo smartphone: il Nokia N9, un dispositivo all-screen, con tre modalità di visualizzazione dell’homescreen e una nuova interfaccia utente che consente la navigazione swipe, ovvero attraverso un semplice passaggio delle dita. Il device, realizzato in policarbonato, è appositamente progettato per garantire una performance dell’antenna superiore, per una miglior ricezione, una migliore qualità audio durante le chiamate e minori cadute della linea. Inoltre, grazie alla tecnologia Nfc sarà più facile condividere contenuti e abbinare gli accessori. Il Nokia N9 innoverà l'esperienza utente e ispirerà agli sviluppatori nuove applicazioni Qt ancora più potenti.

L’attuale linea smartphone di Nokia è basata sul framework Qt, attualmente utilizzato da oltre 100 milioni di dispositivi Nokia in tutto il mondo. Gli utenti di Ovi Store scaricano ogni giorno un numero sempre maggiore di applicazioni Qt, anche nei mercati a rapida crescita come quelli dell’area Asia-Pacifico. Cogliendo questa tendenza Nokia baserà su Qt lo sviluppo delle applicazioni che connetteranno a internet il prossimo miliardo di utenti, moltiplicando pertanto per gli sviluppatori la possibilità di distribuzione dei prodotti e le conseguenti opportunità che ne scaturiscono.

Nokia "ha ancora margini di crescita se quello che ha da offrire viene 'cucinatò in tempi corretti: analisti e mercato non danno tempo e la flessione, inevitabilmente, c'è stata", ha sottolineato da Milano in una presentazione alla stampa del nuovo N9 una portavoce di Nokia. Il gruppo finlandese rialza la testa forte anche delle previsioni di crescita che vedono per Windows 7 una quota di mercato al 2015 (stime di Idc a inizio giugno) al 20,3, dietro ad Android (43,8%) e davanti ad Apple (16,9%). "Oggi c'è chi dice che Nokia non ha più niente da offrire - ha ricordato - Invece abbiamo una leadership nel market share che ancora esiste anche se attaccata da più parti". I dati Gfk mostrano per Nokia ad aprile in Italia una quota di mercato del 34,7%, davanti a Samsung (30,3%) e Apple (6,5%). Nokia, che a livello mondiale negli smartphone nel primo trimestre 2011 è stata superata da Apple, ad aprile in Italia era ancora davanti con il 32,8% (Apple al 25,9%). "Con Microsoft abbiamo costruito un ecosistema per combattere Apple e Android",  ha concluso la portavoce di Nokia.

21 Giugno 2011