Bernabè: 'Piano Romani strategico per l'intera economia'

FRANCO BERNABE'

Ospite all'VII° Forum delle Tlc l'Ad di Telecom Italia ha lodato la sforzo del governo contro il digital divide, ribadendo che, da parte sua, l'operatore investirà 6,7 mld di euro per l'ultra-broadband

“Un progetto strategico per l’intera economia”. Con questa parole Franco Bernabè, Ad di Telecom Italia ha commentato il piano Romani contro il digital divide. Ospite all’VIII° edizione del Forum delle Tlc di Business International in corso a Roma, ha lodato la “sensibilità del governo anche tenendo conto della situazione congiunturale”.
“Il tema del digital divide non è nuovo, è già stato oggetto di precedenti interventi statali – ha precisato l’Ad -. La task force banda larga nel periodo 2006-2008 da parte di Infratel ha sortito importanti interventi. Ora però l’intervento dello Stato assume carattere di sistema per dare una risposta definitiva al problema del digital divide”.

L’Ad ha auspicato che le risorse annunciate da Romani, e in particolare gli 800 mln di euro che attendono l’ok del Cipe, siano messe in campo al più presto. “Sono convinto che l’impegno del governo sarà rispettato anche in linea con gli auspici ribaditi dalla Commissione europea”, ha detto Bernabè.

In tema di reti di nuova generazione l’Ad di Telecom ha ribadito come sia necessario dotare il Paese di una infrastruttura adeguata. “Ritengo che da una parte serva un intervento pubblico senza ingessarlo con regole onerose e vincolanti, dall’altra ribadisco che Telecom Italia non può sostenere da sola tutto lo sforzo economico e quindi è giusto e necessario che anche gli latri operatori facciano la loro parte”, ha concluso. Bernabè ha infine ricordato che Telecom Italia investirà 6,7 mld di euro per sviluppare la rete ultra-broadband. “Ciò si integra perfettamente con lo sforzo del governo per sviluppare la banda larga”, ha ribadito Bernabè.

11 Giugno 2009