Apple, trimestre record. iPhone e iPad al raddoppio

TERZO TRIMESTRE

Utili e fatturato in aumento rispettivamente dell'82% e del 125% nel terzo quarter. Steve Jobs punta a chiudere un accordo con China Mobile e incassa la vittoria del primo round nella guerra dei brevetti con la taiwanese Htc. Idc frena: "Quote in calo in Europa, gli operatori spingono i concorrenti"

di Paolo Anastasio
L'iPad e l'iPhone spingono Apple che chiude un terzo trimestre record, il trimestre "migliore di sempre". E il titolo vola in Borsa, dove supera per la prima volta 400 dollari. L'utile netto di Apple è più che raddoppiato a 7,31 miliardi di dollari, in aumento rispetto ai 3,25 miliardi di dollari dello stesso periodo dell'anno scorso. I ricavi sono risultati pari a 28,57 miliardi di dollari a frone dei 15,70 miliardi di dollari del 2010.

Il margine lordo è stato del 41,7%, rispetto al 39,1% registrato nello stesso trimestre di un anno fa. Le vendite internazionali hanno rappresentato il 62% del fatturato trimestrale. Apple sta cercando di rafforzarsi in Cina, con un accordo per l'iPhone con China Mobile.

iPhone e iPad, vendite più che raddoppiate
Gli iPhone venduti sono stati 20,34 milioni di unità, il 142% in più rispetto all'anno scorso. Apple ha venduto 9,25 milioni di iPad, ovvero il 183% in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Apple ha venduto 3,95 milioni di Mac, con un aumento del 14% rispetto allo stesso periodo del 2010.

"Siamo entusiasti di annunciare il nostro miglior trimestre di sempre con fatturato in crescita dell'82% e utile in crescita del 125%", dice l'amministratore delegato di Apple Steve Jobs. "Al momento siamo concentrati, e ne siamo entusiasti, nel portare iOS 5 e iCloud ai nostri utenti questo autunno".

Rumors sulla possibile successione di Jobs si sono diffusi prima della diffusione dei risultati trimestrali. Secondo il Wall Street Journal, alcuni membri del board di Apple avrebbero valutato un piano di successione. Jobs ha liquidiato le indiscrezioni: "ritengo che siano cavolate".

"Siamo estremamente soddisfatti delle nostre performance che hanno portato un cash flow trimestrale dalle operations di 11,1 miliardi di dollari, e un aumento del 131% anno su anno", osserva il chief operating officer di Apple, Peter Oppenheimer. "Guardando avanti al quarto trimestre dell'anno fiscale 2011, ci attendiamo un fatturato di circa 25 miliardi di dollari e un utile per azione diluita di circa 5,50 dollari".

Guerra dei brevetti fra Apple e Htc, primo round alla Mela
Non bastava la perdita di valore delle azioni Htc e non bastava il rischio di sospensione delle vendite negli Usa, ora la vittoria legale di Apple contro Htc, rea di aver utilizzato due brevetti appartenenti alla società di Cupertino, potrebbe avere conseguenze anche in Cina. La decisione definitiva sulla querelle dei brevetti fra Apple e Htc dovrebbe arrivare il 6 ottobre.

I due brevetti utilizzati illegalmente da Htc si riferiscono ad alcune funzioni personalizzate di Android che la società di Taiwan ha utilizzato per i propri smartphone e che anche altre aziende, soprattutto in Cina, utilizzano. Per questo motivo, dicono i giornali asiatici, molti produttori di smartphone cinesi stanno pensando seriamente di abbandonare la piattaforma Android e di passare a Windows Phone per evitare cause legali contro Apple.

I produttori asiatici avrebbero già scelto la nuova versione Mango di Windows Phone come nuovo sistema operativo dei propri smartphone, per evitare di entrare in collisione con Apple.

Idc frena: Quote in calo in Europa, gli operatori spingono i concorrenti
Secondo stime di Idc, la quota di di Apple nel mercato degli smartphone è pari al 18% nel trimestre terminato a giugno, rispetto al 13% dello stesso periodo dell’anno precedente, e l’azienda consoliderà la sua posizione di secondo maggior player globale nel segmento smartphone, anche se la società di analisi prevede buoni risultati dalla prossima trimestrale di Samsung, numero uno del mercato con i suoi device basati su Android.

“Nonostante il prolungato successo dell’iPhone, Apple dovrà affrontare una concorrenza feroce nel prossimo futuro – dice Francisco Jeronimo, Research Manager European Mobile Devices - L’azienda sta già vivendo un calo di market share in alcuni mercati maturi, dove la penetrazione dell’iPhone è più elevata. In Europa occidentale, ad esempio, Apple è diventata il numero uno nel mercato degli smartphone, con quota del 21%, nel trimestre terminato a marzo". Ma secondo Idc, nel trimestre chiuso a giugno la sua quota di mercato è scivolata al 18%, a fronte di un aumento delle quote di Android, che si sta rapidamente espandendo fra I consumer europei.

I nuovi device (l’iPhone 5 ndr) che, secondo indiscrezioni dovrebbero arrivare sul mercato a settembre, avranno un ruolo importante nella strategia di Apple di attaccare la fascia media di prodotto, oggi dominata da device che girano su Android, BlackBerry e Symbian.

“Il lancio di una nuova gamma di prodotti a prezzi più bassi bloccherà il declino del market share, spingendo quantità maggiori di consumatori a migrare da telefonini di vecchia generazione agli smartphone – aggiunge l’analista di Idc - E’ importante che Apple continui ad attirare utenti che per la prima volta acquistano uno smartphone, puntando sulla loyalty per future sostituzioni in vista del lancio di nuove versione di iPhone sempre più a buon mercato”.

D’altro canto, gli operatori mobili sono molto preoccupati dal predominio di Apple. “La maggior parte degli operatori europei, dietro le quinte, sono convinti della necessità di un’alternativa valida al predominio della mela, per questo sostengono altri sistemi operativi, fondamentali per riequilibrare la forte presenza di Apple sul mercato. Per questo motivo, Apple nel prossimo futuro dovrà vedersela con la forte concorrenza dei device basati su Android e sul sistema operativo di Microsoft, che dall’anno prossimo sarà sul mercato con i Windows Phones realizzati da Nokia, che beneficeranno di massicce sovvenzioni da parte degli operatori”, chiude Jeronimo.

20 Luglio 2011