Vodafone e Facebook creano il social smartphone

MOBILE

Il Vodafone 555 Blue è totalmente incentrato sui servizi del popolare social network. Proposto intorno ai 100 dollari mira a farsi strada soprattutto nei mercati emergenti

di Patrizia Licata
Vodafone e Facebook insieme per lo smartphone low-cost e social. Si tratta di un telefono dedicato esclusivamente al servizio di social networking, rivolto in particolare al pubblico dei più giovani e dei mercati emergenti.

Prodotto da Alcatel Lucent, il Vodafone 555 Blue ha una tastiera qwerty e un sistema operativo altamente personalizzato che mette le funzionalità Facebook al cuore del device: per esempio i messaggi di Fb compaiono con gli sms nella stessa casella in entrata, mentre un pulsante dedicato ‘F’ permette di condividere i messaggi sul sito.

Il prezzo dello smartphone dovrebbe aggirarsi sui 100 dollari, considerata la soglia cruciale per l’adozione di massa. Le due partner lo definiscono il primo device Facebook-centrico per clienti pre-pagati.

Vodafone e Facebook sperano di conquistare così non solo mercati come India, Sud Africa e Turchia, dove l’utilizzo dei cellulari e di Facebook è in rapida crescita, ma anche Paesi più maturi come la Gran Bretagna, attraendo teenager e altri pesanti utilizzatori del social networking.

Facebook (che vuole raggiungere quota 1 miliardo di iscritti) ha già lavorato con altri produttori di cellulari, come Inq e Htc, per realizzare device personalizzati con avanzate funzionalità di social networking, ma Vodafone ritiene che il 555 Blue – che funziona su reti 2.5G, più lente di quelle 3G usate dagli altri smartphone – sia più efficiente nel consumo dei dati: l’operatore stima che userà meno di 100Mb al mese per un utente con 300 amici su Facebook.

“L’idea è stata nostra”, afferma oggi sul Financial Times Patrick Chomet, terminals director del gruppo Vodafone. “Siamo convinti che se reaizziamo prodotti eccellenti che permettono agli utenti di avere un’esperienza molto soddisfacente, tutti vedranno il valore aggiunto portato da Vodafone. Speriamo di vendere milioni di questi device”, ha aggiunto.

Ma per Dave McQueen, analista di Informa, mentre il nuovo device può far concorrenza ai cellulari Nokia e Rim, sarà più difficile scalfire il successo dei cellulari con sistema operativo Android, che hanno prezzi ugualmente accessibili e permettono di installare un’ampia gamma di applicazioni, anziché limitarsi al solo Facebook.

“Vodafone non ha avuto successo nel passato nel fornire app”, nota McQueen riferendosi alla scarsa adozione del servizio di social networking Vodafone 360 per smartphone. E i consumatori dei mercati emergenti potrebbero dare la priorità ad altre caratteristiche, piuttosto che l’accesso a Facebook, come la durata della batteria o la possibilità di usare due sim.

28 Luglio 2011