Cellulari, vendite in calo del 12% nel primo trimestre 2009

RAPPORTO ABI RESEARCH

Declino di vendite senza precedenti. Il trend non si invertirà fino alla fine dell'anno, nonostante l'uscita dei nuovi smartphone

Si comprano meno cellulari. Nel primo trimestre 2009, infatti, sono stati venduti nel mondo 35 milioni di telefoni cellulari in meno rispetto allo stesso periodo del 2008, meno di 257 milioni di unità. I dati forniti da Abi Research, indicano un calo del 20% rispetto al quarto trimestre del 2008 e del 12% rispetto al primo trimestre dell'anno scorso. Tutto lascia credere che il trend negativo non si arresterà fino all'ultimo trimetre dell'anno.

Per quanto l'industria della telefonia cellulare sia sempre stata caratterizzata da una stagionalità per cui il primo trimestre ha sempre registrato un calo di vendite dopo un trimestre caratterizzato da forti vendite per i regali di Natale, il declino dei primi tre mesi di quest'anno è senza precedenti, secondo la società di ricerche e consulenza americana.

E questo nonostante vendor come Apple, Palm e Nokia abbiano lanciato sul mercato degli smartphone molto attesi come l'iPhone 3G S, il Pre e il Nokia N97, e nonostante alcune ricerche abbiano mostrato che il 40% degli utenti di telefoni cellulari preferirebbe perdere il portafoglio, piuttosto che il cellulare, e quasi tutti si sentirebbero "devastati" se ciò accadesse.

"Per proteggere la profittabilità i produttori di telefoni hanno prodotto meno e gli operatori di rete e i negozi al dettaglio hanno fatto meno scorte. I consumatori stanno anche capendo che molte delle funzionalità che vogliono sono già nei telefoni che hanno, e preferiscono aspettare a cambiarlo dopo che avranno acquisito più fiducia nel loro futuro", commenta l'analista Kevin Burden.

15 Giugno 2009