TI, concluso con successo bond da 2 miliardi di dollari

TLC

Conclusa con successo l'emissione obbligazionaria di Telecom Italia Capital S.a. da 2 miliardi di dollari

Il successo dell'emissione obbligazionaria da 2 miliardi di dollari lanciata da Telecom Italia "dimostra la forza dell'azienda". Così il presidente del gruppo, Gabriele Galateri di Genola a margine dell'assemblea di Assonime ha commentato il lancio di un’emissione obbligazionaria su più tranche di Telecom Italia Capital S.a. tramite i servizi di Goldman Sachs, Morgan Stanley e Jp Morgan (in qualità di bookrunning per la vendita).

I bond, si legge in nella nota di TI, sono stati emessi in una prima tranche a cinque anni a tasso fisso da 1 miliardo di dollari con un rendimento del 6,175% (data regolamento 18 giugno) e di una seconda tranche a tasso fisso, sempre da 1 miliardo di dollari, a dieci anni con un rendimento del 7,175% (regolamento il 18 giugno).

Il rendimento effettivo a scadenza della tranche a cinque anni a tasso fisso, continua la nota di Telecom, corrisponde ad un rendimento di 345 punti base sopra i corrispondenti titoli di stato statunitensi. Per la tranche a dieci anni a tasso fisso, il rendimento effettivo è corrispondente a 345 punti base sopra i corrispondenti titoli di stato statunitensi. I titoli, si legge ancora nella nota, saranno emessi nell'ambito del programma oggetto di “Shelf Registration” depositato presso la SEC nel Dicembre 2008 e saranno quotati presso la Borsa del Lussemburgo.

16 Giugno 2009