Samsung-Apple, si infiamma la guerra dei brevetti

BATTAGLIA LEGALE

Contrattacco in terra francese da parte dell'azienda sudcoreana dopo il divieto di vendita dei Galaxy in Germania. Prossimo round negli Stati Uniti

di Patrizia Licata
Si arricchisce di un nuovo capitolo la disputa legale tra Samsung Electronics e Apple: questa volta è l’azienda sud-coreana, appena colpita dal bando dei suoi nuovi tablet in Germania come richiesto dalla società di Cupertino, a rilanciare con una causa intentata in Francia contro la Mela. Si tratta, chiarisce Samsung, di presunta violazione di tre brevetti (non del design dei tablet, al centro invece della causa tedesca).

La causa è stata registrata presso una corte
 distrettuale di Parigi a luglio e la prima udienza è attesa per dicembre, ha fatto sapere oggi il produttore sud-coreano.

Come noto, la scorsa settimana un tribunale tedesco ha vietato a Samsung di vendere il suo nuovo tablet Galaxy Tab 10.1 in Germania, riconoscendo, come richiesto da Cupertino, che copi l’iPad.

 Samsung ha fatto sapere che farà appello contro la decisione.

Già a fine agosto, in Olanda, un tribunale dell’Aja ha bandito tre modelli di cellulari Samsung dietro richiesta di Apple; anche in questo caso l’azienda asiatica ha risposto con un’altra causa e l’udienza è fissata per fine settembre.

La vicenda è complicata da altre battaglie legali in Australia, Stati Uniti e Asia: Samsung ha reagito alle accuse di Apple (che ora si prepara a chiedere il bando dei prodotti Samsung anche negli Usa) domandando a un tribunale di Seul di vietare la vendita dei prodotti della Mela in Corea del Sud, sostenendo che Apple violi cinque suoi brevetti.

14 Settembre 2011