Telecom Italia spinge (ancora) sul Brasile

TIM BRASIL

Tim Brasil dà l'ok al progetto di aumento di capitale annunciato da Tim Participacoes. L'operazione è mirata al finanziamento di nuove reti fisse e mobili

di Mila Fiordalisi
Nessuna intenzione di diluire la propria presenza su mercato brasiliano. Anzi. Telecom Italia ha annunciato di volere aderire al progetto di aumento di capitale annunciato da Tim Participações.

La sub-holding Tim Brasil sottoscriverà pro quota (e dunque nella misura del 66,94%) le azioni dell'offerta: l'ammontare esatto dell'aumento di capitale verrà definito a valle del processo di raccolta adesioni, anche alla luce dell’esercizio dell’opzione greenshoe nella misura massima del 15% dell’offerta non sottoscritta dal socio di controllo Tim Brasil, finalizzata a far fronte all’eventuale eccesso di domanda.

"La partecipazione all’operazione conferma il ruolo strategico del Brasile quale mercato core per il Gruppo Telecom Italia", si legge in una nota diffusa dalla telco presieduta da Franco Bernabè.

L’aumento di capitale di Tim Participações - si legge sempre nella nota - ha come finalità quella di contribuire al finanziamento dei piani di sviluppo ed espansione delle infrastrutture di rete sia fissa sia mobile - previsti nell’ultimo piano industriale del Gruppo - e dell’operazione Aes Atimus, necessari per consentire a Tim Brasil di cogliere al meglio le opportunità di business che il mercato delle telecomunicazioni brasiliano offre.

15 Settembre 2011