Asta Lte, altri 103 milioni. Si prosegue domani

FREQUENZE

Lievitano oltre quota 3 miliardi e mezzo gli incassi della gara per l'aggiudicazione delle frequenze da destinare alla banda larga mobile

di M.S.
Ha fruttato complessivamente circa 103 milioni di euro l'asta Lte che si è svolta oggi (nel corso della 16esima giornata). L'incasso raggiunge dunque quota 3,6 miliardi grazie all'accesa competizione sui blocchi nella fascia supercontesa da 800 Mhz. 

Cambiano di nuovo le carte in tavola. H3G, a differenza di ieri (alla fine della giornata si era aggiudicata il blocco specifico in 800), rimane fuori dai giochi lasciando due dei lotti più pregiati a Wind: gli altri quattro sono, al momento, "equamente" distribuiti tra Telecom e Vodafone.

La gara riprende domani.

Nessun limite temporale all'asta: si concluderà quando non si avranno più rilanci per tre tornate consecutive per i 6 blocchi di frequenze nella banda 800 mHz e 5 mancati rilanci per i rimanenti 18 blocchi delle altre bande. Entro il 30 settembre il ministero per lo Sviluppo Economico deve comunicare l'incasso complessivo, da inserire nella manovra.

21 Settembre 2011