Eutelia, Polidori: "Mse impegnato a risolvere la crisi"

LA VERTENZA

Il sottosegretario allo Sviluppo economico risponde a un'interrogazione del Pd: "Abbiamo sempre dato il necessario apporto istituzionale alle legittime pretese dei lavoratori"

di F.Me.
"Il governo ha fatto e sta facendo tutto quanto in suo potere per risolvere quanto prima l'annosa questione delle aziende Agile e Eutelia: risalgono a maggio 2008 infatti i primi tavoli di confronto con l'azienda e sindacati volti alla presentazione e approvazione di un piano industriale di salvataggio". E' quanto risponde il sottosegretario allo Sviluppo economico, Catia Polidori, ai senatori del Pd, Nerozzi e Passoni, durante l'interrogazione a risposta orale congiunta, esposta oggi al Senato.

Piu in particolare infatti, ha spiegato Polidori, "il ministero dello sviluppo non ha mai mancato nel corso di questi anni di dare il proprio apporto istituzionale alle legittime pretese dei lavoratori". Tuttavia, a fronte delle due procedure di amministrazione straordinaria, tutt'ora in corso, la normativa vigente non ha potuto altro che permettere di indire due bandi di concorso per l'acquisizione dei rami d'azienda delle rispettive società, per i quali si è in attesa degli esiti. Nel frattempo l'Mse ha previsto un tavolo di confronto con la partecipazione delle regioni interessate (Toscana e Lazio) e delle organizzazioni sindacali.

29 Settembre 2011