Sony, trattativa con Ericsson. Nel mirino il 100% della jv

RUMORS

La casa giapponese interessata a rilevare la quota del partner svedese nella società paritetica che produce smartphone. Valore dell'operazione compreso fra 1,3 e 1,7 miliardi di dollari

di P.A.
Sony punta a rilevare tutta la quota che Ericsson detiene nel produttore di smartphone Telefon Ab L.m, una joint venture paritetica tra le due società. E’ quanto scrive il Wall Street Journal, citando fonti vicino alla vicenda.

Secondo gli analisti del settore la quota di Ericsson potrebbe essere valutata tra 1,3 e 1,7 miliardi di dollari. Con questa operazione il colosso giapponese spera di potere recuperare terreno nel mercato dei tablet e degli smartphone, settori dominati da Apple e Samsung. La casa giapponese potrebbe portare al suo interno la realizzazione di terminali, ottimizzando così l'integrazione con i videogiochi, ad esempio la Playstation, il suo prodotto di punto.

Ericsson dal canto suo potrebbe concentrarsi sul core business delle reti. La joint venture è nata nel 2001 e secondo Finanza e Mercati controlla oggi una quota del 3% del mercato degli smartphone, a fronte del 9% quota massima raggiunta.

Oggi anche la Reuters conferma le indiscrezioni, citando una fonte vicina al dossier, rilanciando così le voci di un possibile buyout di Ericsson dalla joint venture con Sony, circolate a luglio, in vista della scadenza questo mese del contratto che lega i due gruppi.

Secondo numerosi analisti, Sony deve stringere la presa su Sony Ericsson per riguadagnare il terreno perduto sul mercato degli smartphone, molto affollato.

Sony ha archiviato oggi la seduta in borsa a Tokyo in calo di quasi il 4% mentre il Nikkei ha terminato in rialzo di circa un punto percentuale.

Entrambe le società non hanno commentato.

07 Ottobre 2011