Microsoft-Skype, Bruxelles dà il via libera al deal

REGOLE

Semaforo verde da parte del commissario Ue Joaquin Almunia all'acquisizione da 5,9 miliardi: "Nessun rilievo sul fronte della concorrenza. Il settore della video comunicazione conta numerosi attori"

di M.S.
Via libera da parte della Commissione Ue all'acquisizione di Skype da parte di Microsoft per 8,5 miliardi di dollari. Si tratta della maggiore acquisizione di sempre del gruppo guidato da Bill Gates. La Commissione europea ritiene che non vi siano rilievi sul fronte della concorrenza visto che il settore della video comunicazione conta numerosi attori, tra cui Google.

La mossa di Bruxelles segue a ruota l'approvazione di giugno da parte della Federal Trade Commissione Usa che aveva ritenuto sufficiente il grado di competizione assicurato da Google Talk. L'acquisizione, però, è ancora sotto esame delle autorità russe, ucraine, serbe e taiwanesi.
La decisione di Almunia conferma un deciso cambio di musica nei rapporti tra Bruxelles e Microsoft che si è trasformato da bersaglio delle authority in alfiere delle regole in cause contro Google e Ibm.
Redmond ha acquisito Skype, azienda con sede in Lussemburgo con 170 milioni di utenti attivi in tutto il mondo, lo scorso maggio dal fondo di private equity Silver Lake.

07 Ottobre 2011