Dellai: "Ngn, regole non siano pretesto per bloccare investimenti"

CONVEGNO BETWEEN CAPRI

Il presidente della Provincia di Trento invita a procedere sulla realizzazione dei nuovi network. "Bisogna avere il coraggio di sperimentare cose nuove ed è indispensabile l'impegno delle autorità pubbliche"

di Mila Fiordalisi
"La competizione vera si ha quando le cose si fanno e non usando le regole come pretesto per non fare". Lo ha detto Lorenzo Dellai, presidente della Provincia autonoma di Trento nel corso del convegno "Agenda digitale: Action" organizzato a Capri da Between. Dellai ha ricordato il piano avviato dalla Provincia per cablare il territorio e portare servizi innovativi e connettività ultrabroadband a 500mila cittadini entro il 2020.

"Per attuare progetti di questo tipo è indispensabile l'impegno delle pubbliche autorità considerato che gli investimenti sono ingenti. Senza l'intervento pubblico non è possibile dotarsi di infrastrtutture adeguate - ha detto Dellai - Ma affinché il piano si attui servono delle pre-condizioni: la prima è che finalmente si decida di fare qualcosa, di partire. C’è poi un problema di regole: talvolta le regole vengono prese a pretesto per non fare niente. Ed è un errore. Speriamo in una stagione di dinamismo e nella cooperazione seria fra pubblico e privato. Bisogna avere il coraggio di sperimentare cose nuove. Non pretendiamo che le cose che facciamo siano un modello: abbiamo trovato questa soluzione e riteniamo che risponsa al fabbisogno dei nostri cittadini. Ci costa, ma investireno meno in cose meno importanti. È un esperienza. Le reti spingono a parlare di futuro, sono una parte importante del futuro ma c’è bisogno che tutta la società guardi al futuro".

07 Ottobre 2011