Rim ripristina i servizi: "Riguadagneremo la fiducia degli utenti"

BLACKBERRY

E-mail e navigazione Web di nuovo attive sul BlackBerry. L'annuncio del co-ceo Mike Lazaridis: "Abbiamo lavorato per evitare che problemi del genere si ripetano in futuro"

di F.Me.
Servizi ripristinati sul BlackBerry. Dopo quasi quattro giorni di tribolazioni gli utenti possono tornare ad utlizzare le e-mail e navigare sul Web. L'annuncio è stato dato in conference call dal co-ceo di Rim, Mike Lazaridis. "Abbiamo lavoratoto sodo - ha detto il manager - per evitare che un caso del genere si ripeta in futuro. Ora ci impegneremo a fondo per riguadagnare la fiducia dei nostri clienti"

Rim ha dunque mantenuto la promessa di riattivare i servizi nelle giornata di oggi.

A tirare un sospiro di sollievo non saranno solo gli utenti ma la stessa casa canadese che, se martedì aveva guadagnato in Borsa il 5% - sulla scia di rumors che la volevano in vendita o comunque verso una fase di massiccia ristrutturazione - ieri era calata di quasi il 4%, proprio sulla scia dei problemi tecnici riscontrati in questi giorni.

Gli analisti avevano ipotizzato che il perdurare del black out avrebbe messo fortemente a rischio Rim: dalla “rivolta” degli azionisti capitanata dalla merchant bank canadese Jaguar Financial, che chiede le dimissioni dei co-ceo Mike Lazaridis e Jim Balsillie nonché la vendita o lo smembramento del gruppo, fino all’abbandono di massa da parte degli utenti stessi, soprattutto quelli business – target preferito dei BlackBerry – sempre molto attenti all’affidabilità dei servizi.

In questo contesto gli obiettivi di rilancio delle vendite sarebbero ancora più difficili, senza contare la concorrenza che si fa sempre più agguerrita da parte di Apple, che domani dà l’avvio alla vendita dell’iPhone4S che ha già fatto il pieno di ordini (negli Usa quasi un milione).

Ieri Rim, sottolineando di non essere stata vittima di nessun attacco hacker, aveva finalmente reso noti i motivi del black out di e-mail e navigazione Web: un guasto dello "switch core" all'interno dell'infrastruttura ha creato un sovraccarico dei dati nel sistema di back up mandando in tilt i servizi.

13 Ottobre 2011