Telecom Italia: cresce il book ordini per il bond quinquennale

FINANZA

L'operazione ha già consentito un rifinanziamento del debito sul mercato pari a 2,5 miliardi di euro da inizio anno

di P.A.
Telecom Italia ha concluso con successo il lancio di un’emissione obbligazionaria a tasso fisso per 750 milioni di euro, destinata ad investitori istituzionali. L’operazione rappresenta la prima emissione di un emittente corporate del Sud Europa da inizio luglio 2011.

"L’ottima qualità del book di ordini - si legge in una nota dell'azienda - conferma il favore della comunità finanziaria europea verso il credito Telecom Italia, ed ha permesso di prezzare l’emissione con un rendimento inferiore rispetto alla guidance inizialmente annunciata".

Con l’operazione odierna Telecom Italia ha effettuato da inizio anno un rifinanziamento del debito sul mercato dei capitali pari a 2,5 miliardi di euro con un costo medio ponderato del 5,65%, estremamente contenuto nonostante la volatilità dei mercati finanziari.

Nel dettaglio, il bond andrà in scadenza il 20 gennaio 2017, la
cedola è del 7%, il prezzo di emissione è 99,406%, il prezzo di rimborso al 100%, il rendimento effettivo a scadenza è pari a 7,15%, corrispondente ad un rendimento di 498 punti base sopra il tasso di riferimento (mid swap).

I titoli saranno emessi nell’ambito del programma Emtn da 20 miliardi di euro del Gruppo e saranno quotati presso la Borsa del Lussemburgo.

14 Ottobre 2011