M-payment, a Torino il taxi si paga via cellulare

MOBILE

La cooperativa Radiotaxi 5730 aderisce al circuito Beemov di Movincom che permette di saldare le corse via sms. Da novembre parte anche la modalità Qr Code

di P.A.
Radiotaxi 5730, la maggior cooperativa torinese delle auto bianche, ha aderito al circuito dei pagamenti via telefono cellulare Bemoov, il sistema interoperabile e multi-servizio di acquisto e pagamento mobile di Movincom. Da oggi quindi è possibile pagare la corsa in taxi tramite cellulare.

Per accedere al servizio basta iscrittisi a www.bemoov.it tramite una delle banche abilitate e poi si associa il proprio numero di cellulare allo strumento di pagamento su cui si vogliono addebitare gli acquisti.

Effettuata l’iscrizione, basterà inviare un sms a un numero dedicato. Il passeggero potrà, volendo, precompilare il testo dell’sms durante la corsa e completare le ultime informazioni una volta giunto a destinazione. Al termine della transazione, sia il passeggero che il conducente riceveranno un SMS di conferma di avvenuto pagamento.

Da inizio novembre sarà anche disponibile l’app BuyBemoov, grazie alla quale basterà inquadrare un QR Code per essere guidati facilmente e in tutta sicurezza nella procedura di pagamento. L’utente, grazie alla fotocamera del proprio smartphone, inquadrerà il codice QR presente all’interno del taxi, che contiene le informazioni univoche relative alla cooperativa e al codice taxi; l’applicazioni guiderà il passeggero nell’inserimento dell’importo e del codice di sicurezza, generando automaticamente l’ordine di pagamento, senza mai dover digitare alcun dato sensibile della carta.

14 Ottobre 2011