Rim svela Bbx. Lazaridis: "Potenti esperienze in real time"

SISTEMI OPERATIVI

Presentato alla comunità degli sviluppatori il nuovo sistema operativo mobile che "integra il meglio delle piattaforme Blackberry e Qnx"

di Patrizia Licata
Il futuro di Research in Motion prende forma e nome: Bbx. Il nuovo sistema operativo è finalmente realtà: il colosso canadese lo ha presentato durante l’incontro annuale con la community degli sviluppatori in corso a San Francisco (18-20 ottobre), il BlackBerry DevCon Americas 2011, e includerà "il meglio delle piattaforme Blackberry e Qnx", come annunciato dalla stessa società. Tante le novità presentate: oltre al sistema BlackBerry Bbx di prossima generazione per smartphone e tablet, Rim ha fatto sapere che le applicazioni BlackBerry WebWorks e Html5, attualmente compatibili con gli smartphone e tablet BlackBerry, saranno compatibili con i prossimi device basati su Bbx; l’Sdk native per il BlackBerry PlayBook entra in fase gold ed è stato rilasciato a livello generale; l’Sdk per Adobe Air supporta ora Adobe Air 3.0; infine è disponibile la beta per gli sviluppatori del BlackBerry PlayBook Os 2.0, incluso BlackBerry Runtime per le app Android.

E’ stato Mike Lazaridis, presidente e co-Ceo di Rim, ad illustrare le principali novità e caratteristiche del nuovo Os, che, a detta di Rim, connettererà in maniera sempre più efficiente "persone, device, contenuti e servizi" e consentirà “potenti esperienze mobili real-time”.

Rim ha anche dato indicazioni agli sviluppatori su come scrivere e monetizzare al meglio le loro applicazioni per BlackBerry oggi e nel futuro. "Con quasi 5 milioni di apps BlackBerry scaricate ogni giorno, i nostri clienti hanno reso la piattaforma BlackBerry una delle più redditizie per gli sviluppatori”, ha dichiarato Mike Lazaridis. "Oggi agli sviluppatori forniamo gli strumenti di cui hanno bisogno per realizzare applicazioni ancora più ricche e sviluppare al meglio le loro apps per smartphone e tablet con la convergenza dei sistemi BlackBerry e Qnx nella nostra piattaforma Bbx di nuova generazione”.

La piattaforma Bbx includerà il Bbx-Os e supporterà i servizi cloud BlackBerry e ambienti di sviluppo sia per Html5 che nativi. Bbx supporterà anche applicazioni sviluppate usando qualunque strumento oggi disponibile per il BlackBerry PlayBook – come Native Sdk, Adobe Air/Flash e WebWorks/Html5, e ancora BlackBerry Runtime for Android Apps (in pratica per portare le applicazioni Android sulla piattaforma BlackBerry) – per i prossimi smartphone e tablet basati su Bbx.

Bbx includerà ancora il nuovo BlackBerry Cascades UI Framework per la grafica avanzata e avrà funzionalità “Super App” per permettere una profonda integrazione tra apps, servizi push always-on, l'abilitazione della Bbm Social Platform, e altro ancora.

BlackBerry Webworks è la piattaforma di sviluppo che Rim consiglia agli sviluppatori che vogliono offrire sia il supporto alle piattaforme BlackBerry Os 6 e 7 attualmente in circolazione, sia all'attuale tablet PlayBook, monetizzando da subito il proprio lavoro. Webworks supporta applicazioni costruite su Html5, Css e JavaScript. L'ultima release (sia per smartphone che per tablet) è la versione BlackBerry WebWorks Sdk 2.2.

Rim ha anche annunciato la disponibilità immediata del Native Sdk per il BlackBerry PlayBook (release 1.0 gold), che facilita lo sviluppo e il porting di applicazioni per giochi sul BlackBerry; inoltre Scoreloop, il più vasto ecosistema cross-platform di social gaming esistente, è ora disponibile in beta per il Native Sdk tramite BlackBerry Beta Zone.

Da mettere in luce la versione Devevolper Beta di BlackBerry Playbook Os 2.0, che introduce gli strumenti per il porting delle applicazioni Android sul tablet PlayBook di Rim: BlackBerry Runtime for Android Apps e BlackBerry Plug-In for Android Development Tools (ADT). Con BlackBerry Packager for Android Apps, Rim mette anche a disposizione delle risorse online per il repackaging delle applicazioni Android per il PlayBook, con istruzioni passo passo fino alla sottomissione all'App World, senza richiedere il download sul Pc di nessuno strumento di sviluppo.

Infine, il BlackBerry PlayBook Os 2.0 Developer Beta supporta Adobe Air 3.0, Adobe Flash 11 e la tecnologia web WebGL, che porta la grafica 3D al browser senza necessità di installare software aggiuntivo: così gli sviluppatori potranno generare grafica 3G ricca e interattiva all’interno della loro applicazione BlackBerry WebWorks.

19 Ottobre 2011