Tlc, nel primo trimestre 2009 calo del 6,1%

INDICE PRODUZIONE ISTAT

La tendenza è piuttosto marcata soprattutto nel settore della telefonia mobile

Nel primo trimestre del 2009 calano dello 0,9% i prezzi alla produzione di servizi di telecomunicazioni totali sia fisse che mobili rispetto ai tre mesi precedenti, e del 6,1% rispetto allo stesso periodo del 2008. A dirlo è l’Istat che analizza l’evoluzione trimestrale degli indici dei prezzi alla produzione dei servizi postali e delle telecomunicazioni. I dati sono rilevati da un insieme rappresentativo di imprese che producono servizi relativi al comparto business di questo settore.

Nel periodo considerato - scrive l'Istat -  l'evoluzione dei tre indici presenta una netta tendenza alla discesa, particolarmente marcata per il settore delle telecomunicazioni mobili. L'intensità della caduta dei prezzi diverge in maniera accentuata a partire dal terzo trimestre del 2007, quando si registra una forte accelerazione della dinamica negativa per la componente mobile. A causa del peso prevalente che caratterizza il settore delle telecomunicazioni fisse, l'andamento dell'indice totale è più vicino a quello di tale componente, presentando una discesa relativamente graduale.

L’esame, sull’intero periodo considerato, dei tassi di variazione congiunturale degli indici mostra, all’interno della già citata tendenza negativa, una variabilità di brevissimo periodo decisamente più marcata per la componente della telefonia mobile. Questa sembra anche caratterizzata da una significativa stagionalità dei prezzi, con cali congiunturali di notevole ampiezza, compresi tra il 4,4 e il 9,6%, in corrispondenza del quarto trimestre di ciascun anno. L’indice della telefonia fissa registra variazioni congiunturali negative di intensità piuttosto variabile, ma che solo in due occasioni, nel terzo trimestre del 2006 e del 2007, superano il 2%.

26 Giugno 2009