Cellulari, vendite a +14%. Samsung corre per il primo posto

MERCATO

Perde il 5% della torta la leader Nokia. Forte calo anche per Lg, mentre spicca la performance di Zte che supera Apple per share

di Patrizia Licata
Nokia resiste al vertice dei produttori mondiali di handset, ma continua a perdere quote mentre la rivale Samsung insegue a grandi passi: secondo la classifica di Strategy Analytics, il vendor finlandese controlla una quota del 27,3% del mercato globale dei cellulari nel terzo trimestre 2011, con una netta caduta rispetto al terzo trimestre 2010 (32,3%), mentre la diretta inseguitrice, Samsung Electronics, sale al 22,6% dal 20,9% di un anno fa.

Nel complesso, i volumi di cellulari (considerando tutti i modelli, smartphone e feature phone) distributi a livello globale sono cresciuti del 14% a 390 milioni di unità nel terzo trimestre, secondo Strategy Analytics. Idc stima una crescita del 13% a 394 milioni di unità e conferma il predominio di Nokia, pur se in calo rispetto a un anno fa, con una share del 27,1% e 106,6 milioni di telefoni venduti nel terzo trimestre 2011, mentre Samsung segue con il 22,3% e 87,8 milioni di cellulari distribuiti.

Il buon momento di Samsung si deve alla crescita sui mercati emergenti come la Cina e ai nuovi device che stanno riscuotendo grande successo con lo smartphone di fascia alta Galaxy S II, la risposta della sud-coreana all’Apple iPhone, secondo Idc. Tra l’altro, come noto, Samsung nel terzo trimestre ha superato Apple e conquistato la leadership mondiale per volumi di smartphone distribuiti con un totale di 27,8 milioni di unità immesse sul mercato (Apple ne ha distribuiti 17,1 milioni e Nokia 16,8 milioni), secondo Strategy Analytics.

Lg Electronics è il terzo maggior vendor mondiale di telefonini con uno share del 5,4% e 21,1 milioni di unità vendute, secondo Idc, ma con un forte declino delle vendite (-25,7%), il più netto tra i produttori di cellulari. Chi ha guadagnato di più è invece la cinese Zte, che ha incrementato le vendite del 57,9% e ora controlla il 4,9% del mercato globale, più di Apple (4,3%), che scivola al quinto posto.

31 Ottobre 2011