Tablet, più utenti in salotto che in azienda

CCS INSIGHT

Ccs Insight: il boom delle tavolette in Europa è trainato dai clienti consumer e dal fenomeno social network. Utenti corporate meno "operativi"

di Patrizia Licata
Il tablet vince in casa. Per chi pensava che il successo di iPad & company fosse legato agli utenti del mondo aziendale arriva la smentita del nuovo studio di Ccs Insight: nella maggior parte dei casi, i tablet vengono usati tra le mura domestiche.

Il sondaggio condotto dalla società di ricerche in Europa rivela che il 79% dei consumatori usa il tablet in salotto e il 60% in camera da letto. Solo il 34% lo usa mentre si trova “in giro” e appena il 15% durante il tragitto per andare al lavoro, per esempio in metropolitana o treno.

"Prima dell’avvento dei tablet, le persone dovevano lasciare il salotto o la camera da letto e sedersi al computer per usare Internet," commenta Martin Garner, senior vice president della Internet division di Ccs Insight. "Il tablet offre una modalità di accesso più comoda e adatta alla socializzazione, perché permette all’utente di restare con gli altri membri della famiglia in qualunque stanza si trovi e al tempo stesso andare online”.

La popolarità dei tablet viene confermata da un recente studio di Gartner che prevede vendite in crescita a 63,6 milioni di unità nel 2011, rispetto ai 17,6 milioni del 2010. L’Apple iPad rappresenterà il 73% delle vendite.

Gli utenti saranno però prevalentemente nel mercato consumer, secondo Ccs, che ha scoperto che solo il 7% dei proprietari di tablet li usa per lavoro, contro il 60% che li sfrutta per il tempo libero.

“I clienti business non abbracceranno a pieno i tablet finché non vedranno miglioramenti nel software enterprise di questi device”, afferma Garner.

Il sondaggio di Ccs Insight è stato condotto tra 4.500 proprietari di tablet in Gran Bretagna, Francia, Germania, Olanda, Italia e Spagna. I maggiori utilizzatori sono in Uk e chi possiede un tablet non-Apple resta collegato più tempo di chi ha scelto l’iPad: si tratta per lo più di utenti giovani, che acquistano i modelli più economici e li usano per connettersi ai social network.

03 Novembre 2011