Adobe, addio a Flash Player sui browser mobili. A rischio 700 dipendenti

IL CASO

La tecnologia è troppo complessa e "pesante" per adattarsi alle esigenze della navigazione in mobilità e l'azienda decide di abbandonare il progetto a favore del'Html5. Tutta da riorganizzare la squadra: centinaia di posti di lavoro "traballanti" in particolare in Nord America

di P.A.
Adobe ha deciso di bloccare lo sviluppo di Flash Player, la sua piattaforma di media streaming, nel segmento dei browser mobili. La decisione arriva dopo le critiche fra gli altri di Apple nei confronti di Flash, un programma troppo pesante che rende la navigazione mobile troppo complessa. Adobe ha precisato che concentrerà gli sforzi sull’Html 5, che ormai è il linguaggio standard per la navigazione da dispositivi mobili.

L'abbandono di Flash da parte di Adobe potrebbe portare a circa 700 esuberi, in particolare in Nord America.

Il passo indietro di Adobe nel segmento degli smartphone getta ombre sulla tenuta di Flash Player sul web via desktop. Detto questo, Flash non è ancora morto e Adobe crede che ci sia ancora spazio nel mercato del gaming, supportando gli hardware di grafica accelerata in 3D. Sul fronte del mobile, poi, i produttori di smartphone che girano su Android.

10 Novembre 2011