eBay: "Mobile commerce ostacolato dalle reti inefficienti"

L'INTERVENTO

Il colosso delle aste online "bacchetta" l'Ofcom che nelle consultazioni sull'asta dello spettro mobile ha "dimenticato" il commercio via mobile. "Senza copertura di rete e connessioni veloci e affidabili si perdono 1,29 miliardi di sterline l'anno"

di Patrizia Licata
Una copertura di rete mobile a singhiozzo, basse velocità di connessione, scarsa affidabilità: sono le caratteristiche dei network britannici che possono costare all’economia del Paese 1,29 miliardi di sterline l’anno in vendite mancate. A dirlo è il colosso americano delle aste online eBay: “La scarsa affidabilità della banda larga mobile oggi inibisce significativamente le vendite dell’m-commerce", si legge nel “Mobile Manifesto” che eBay ha presentato alla Ofcom in risposta alla consultazione indetta a marzo dall’authority sull’asta dello spettro prevista per il prossimo anno.

"Circa il 10% delle vendite di eBay Uk, in termini di valore, viene effettuto sui terminali mobili, ma abbiamo bisogno di infrastruttura adeguata per rispondere a questa domanda”, afferma Miriam Lahage, vice president of global fashion di eBay.

eBay si dice delusa dal fatto che il regolatore telecom britannico abbia dimenticato l’m-commerce nella sua consultazione, che fa esplicito riferimento a video streaming, social networking, mobile gaming, instant messaging e email, ma omette il potenziale impatto che lo spettro degli 800MHz e dei 2.6GHz avrebbe sulla crescita delle vendite mobili.

"Le vendite dell’m-commerce valgono già qualcosa come 1,35 miliardi di sterline nell’economia britannica ed è prevista una crescita di quattordici volte nei prossimi dieci anni” a 19,26 miliardi di sterline nel 2021, secondo eBay. "E’ perciò essenziale che l’Ofcom prenda seriamente in considerazione gli interessi dell’m-commerce mentre valuta l’approccio regolatorio da prendere verso il mobile broadband".

La perdita stimata di 1,29 miliardi di sterline è stata calcolata dagli analisti del settore retail di Verdict Research in uno studio commissionato da eBay. Il sondaggio ha scoperto che una vasta fetta di consumatori (il 64%) ritiene che la velocità di connessione sia una “barriera significativa” all’m-commerce. Il 63% pensa che l’affidabilità delle reti sia un problema; per il 62% il nodo è il costo; mentre il 52% non è soddisfatto della copertura.

EBay precisa che alcune delle maggiori barriere all’m-commerce, come le dimensioni dello schermo del telefono, la sicurezza online e siti Internet non ottimizzati, siano al di fuori del controllo degli operatori, ma il primo punto per l'azienda americana resta il miglioramento della copertura mobile: “Pensiamo che l’Ofcom dovrebbe concentrarsi su questo: investire sulla copertura può fare la differenza per l’m-commerce”, dichiara il colosso americano.

14 Novembre 2011