Nasce la collaboration "post-Pc"

CISCO

Cisco lancia nuove soluzioni che permettono alle persone di collaborare più efficientemente nell’era “post-Pc”. Questa nuova epoca va oltre le limitazioni imposte da una comunicazione di tipo “Pc centric” privilegiando un approccio “people centric” dove le persone possono collaborare indipendentemente dal luogo e dal dispositivo utilizzato, in qualsiasi momento o tramite qualsiasi applicazione utilizzata. Le innovazioni introdotte da Cisco – da Cisco WebEx a Cisco Jabber - sono in grado di cambiare il modo in cui le persone si incontrano utilizzando servizi cloud ampliati, e permettono a chi lavora di collaborare facilmente direttamente dalle applicazioni web utilizzate ogni giorno, permettendo in questo modo di essere più produttivi e competitivi.

La società ha presentato la nuova generazione della piattaforma Cisco WebEx. Grazie a innovazioni video HD e funzionalità mobile migliorate che abilitando nuovi metodi di coinvolgimento prima, durante e dopo una riunione, Cisco WebEx è in grado di trasformare l’esperienza vissuta in un meeting. Inoltre, Cisco ha esteso le funzionalità di conferenza cloud a un numero maggiore di persone grazie a un’edizione base gratuita di WebEx specificatamente progettata per l’utilizzo da parte di un massimo tre persone .

Cisco ha inoltre trasformato lo spazio di lavoro, cambiando radicalmente il modo in cui le persone collaborano tramite le applicazioni web che utilizzano ogni giorno come ad esempio Sap Streamwork, Cisco Quad o Google. Oggi, le persone, siano esse in movimento o sedute alla propria scrivania, si trovano a dover aprire ed utilizzare un’ampia gamma di applicazioni di collaborazione semplicemente per comunicare – tramite applicazioni di instant message (IM), voce o video. Cisco semplifica la collaborazione arricchendo Cisco Jabber con un plug-in web scaricabile gratuitamente che permetterà di estendere le funzionalità di collaborazione a decine di milioni di persone che utilizzano un browser web su dispositivi con sistema operativo Windows o Mac.

Grazie a queste innovazioni e ai recenti annunci in ambito virtualizzazione e unified communication, Cisco è costantemente impegnata nel trasformare lo spazio di lavoro. Inoltre, grazie a WebEx e alle soluzioni Cisco TelePresence per le aziende di piccole e medie dimensioni, Cisco ha ampliato la propria offerta cloud Cisco Collaboration.

Cisco WebEx permette maggiore collaborazione in tutta l’azienda: gli spazi Cisco WebEx permettono agli utenti di gestire ogni parte del meeting. E’ infatti possibile collaborare o accedere facilmente dal proprio Pc o dispositivo mobile a file e presentazioni presenti nel cloud, il tutto in tempo reale e in qualsiasi momento; vedere se che i colleghi sono disponibili attraverso la presenza e avviare conversazioni via IM per prepararsi, collaborare o dare seguito a un meeting; pianificare riunioni e condividere in qualsiasi momento le agende, appunti, action item, registrazioni e altri documenti rilevati.

Inoltre, gli amministratori IT possono impostare controlli alle policy fornendo agli utenti un’unica identità per tutta l’offerta SaaS Cisco WebEx in modo da rispettare le linee guida di sicurezza aziendale; migliorare l’esperienza mobile durante il meeting: WebEx permette agli utenti di partecipare direttamente dal proprio dispositivo mobile a meeting video di elevata qualità grazie al nuovo supporto per il tablet Cisco Cius e l’iPhone di Apple. E’ inoltre disponibile la funzionalità Voice over IP per iPhone e iPad; integrare le offerte per favorire la collaborazione: grazie alla tecnologia fruibile tramite la semplice pressione di un tasto, gli utenti di Cisco WebEx possono facilmente collegarsi a meeting Cisco TelePresence direttamente dai dispositivi mobile Cisco Cius e Apple. Saranno inoltre fornite esperienze integrate grazie a Cisco Jabber, Cisco Quad e a una tecnologia per l’ottimizzazione di reti medianet. La soluzione supporta numerose Api (application programming interfaces) che possono essere facilmente integrate nelle applicazioni di terze parti come ad esempio le offerte Crm; estendere la collaborazione a un numero maggiore di utenti tramite Cisco Collaboration Cloud: grazie a Cisco WebEx Basic Edition, Cisco offrirà una versione gratuita di WebEx in grado di supportare fino a tre partecipanti al meeting e che fornisce agli utenti applicazioni audio VoIP, video standard, presenza IM, condivisione desktop e 250MB di storage. La versione Basic Edition sarà disponibile nel primo trimestre del 2012; disponibilità: la versione beta di Cisco WebEx sarà disponibile in ingese a dicembre e sarà principalmente mirata per l’America e l’Europa. La disponibilità generale è prevista a partire dal primo trimestre 2012 e sarà fornita in diverse lingue tra cui l’inglese, il francese, il tedesco, lo spagnolo (castigliano e latino americano) e il portoghese brasiliano.

Cisco Jabber semplifica la collaborazione: il nuovo plug-in Jabber Web permetterà alle aziende e agli sviluppatori di utilizzare browser web su dispositivi connessi a Internet e incorporare funzionalità Cisco Uc. Grazie a ciò, gli utenti di un’applicazione cloud pubblica o di una divisione aziendale potranno trovare facilmente un collega utilizzando la presenza, potranno comunicare tramite IM e infine attivare funzionalità click-to-call o click-to-video per abilitare un’esperienza collaborativa in tempo reale e di qualità.  Permette agli sviluppatori di collaborare attivamente con le applicazioni web: questo nuovo Sdk (software developer kit) per Cisco Jabber permette agli sviluppatori di collaborare attivamente con le applicazioni web e di essere supportati dal Jabber Developer Program.

Disponibile all’interno del Cisco Developer Network (Cdn), questo nuovo portale e programma fornisce agli sviluppatori i codici campione, video didattici e una comunità online a cui rivolgere qualsiasi tipo di domanda tecnica e con cui condividerele best practice. Per usufruire del Jabber Sdk, gli utenti possono registrarsi al seguente link http://developer.cisco.com/web/jabber-developer/jabber.
Il Jabber Sdk è disponibile per i browser Internet Explorer, Firefox, Chrome e Safari per i sistemi operativi Windows e Mac.

17 Novembre 2011