In Italia è on air Bbm Music, la "nuvola" musicale targata Rim

CLOUD

La piattaforma cloud permetterà agli utenti del BlackBerry Messenger di realizzare la propria playlist e condividerla con gli amici. Intanto in Spagna la società sigla un'intesa con Telefonica per avviare un progetto pilota di mobile payment

di F.Me e P.A.
In Italia Research In Motion (Rim) spinge sulla musica. La società lancia oggi BBM Music, il nuovo servizio cloud-based di facile utilizzo che permette la condivisione social e virale della musica, consentendo agli utenti di BlackBerry Messenger di costruire una libreria musicale basata sulla community, in continua evoluzione, e che può essere condivisa con i propri amici su lla nuova piattaforma.

Il servizio sarà in versione trial per 30 giorni, scaduti i quali sarà disponibile al prezzo di 4,99 mensili, dando la possibilità agli utenti di creare un profilo personale con 50 canzoni, sostituirne 25 di queste al mese e avendo accesso gratuito alle canzoni dei propri amici. Le canzoni possono essere selezionate dal catalogo BBM Music, con una lista composta da milioni di canzoni grazie ad una partnership tra Rim e le più grandi case discografiche come Universal Music Group, Sony Music Entertainment, EMI e Warner Music Group.

Attraverso l’applicazione di BBM Music, si può visualizzare anche una timeline virtuale che mostra gli ultimi aggiornamenti di tutta la tua community: gli aggiornamenti sono suddivisi in ordine cronologico e comprendono anche quelli di nuovi amici, quali canzoni sono state inserite o rimosse, quali playlist sono state create e quali commenti sono stati aggiunti.

In Spagna, invece, Rim ha siglato un accordo con Telefonica per un progetto pilot ache coinvolge 350 dipendenti dell’azienda telefonica per l’utilizzo di smartphone per effettuare pagamenti mobili e accedere da remoto alla workstation e di usare il device mobile come un badge, per accedere nella sede di Madrid.

Per la sperimentazione i dipendenti Telefonica useranno BlackBerry Bold 9900, BlackBerry Curve 9360 and BlackBerry Curve 9380, che girano tutti sul sistema operativo BlackBerry 7.

La sperimentazione arriva nel momento in cui l’industria del wireless, dagli operatori ai produttori passando per le istituzioni bancarie, stanno spingendo per diffondere lo standard Nfc, per il pagamento in mobilità tramite m-wallet.

L’Nfc consente di pagare tramite smartphone avvicinando il device ad un apposito reader e consente di aggiungere la funzione di badge al cellulare. Rim ha avviato l’introduzione dell’Nfc in alcuni modelli di Blackberry, ma per ora lo standard non ha ancora raggiunto una diffusione di massa sul mercato. Oltre alla funzione di pagamento mobile, i nuovi BlackBerry consentono di visualizzare il saldo bancario e di ricevere conferme di avvenuto pagamento dal proprio istituto bancario.

25 Novembre 2011